Fiorentina, il presidente Rocco Commisso
Fiorentina, il presidente Rocco Commisso

Fiorentina, Commisso: “Vlahovic ricordi che con noi è cresciuto”

Il presidente viola Rocco Commisso ha parlato di Vlahovic in un’intervista concessa a novembre scorso e che è stata pubblicata soltanto nelle ultime ore dal ‘Financial Times’:

Dusan è cresciuto qui e dovrebbe essere riconoscente, qualunque cosa accada, al club che lo ha portato dove è.

Un articolo che è anche un ritratto del proprietario della Fiorentina, che ritorna brevemente anche sul divorzio repentino col tecnico ingaggiato a inizio stagione, Rino Gattuso, e sulla sua battaglia contro un certo modo di agire dei procuratori, schierandosi al fianco del presidente della Fifa, Gianni Infantino.

Più vivo in questo sport folle, più mi rendo conto di quanto sia incasinato. I tifosi mi amano, ma fino a un certo punto. Quel punto è la misura in cui ‘vinco e spendo soldi’.

Embed from Getty Images

Fiorentina, Commisso: “Vlahovic ricordi che con noi è cresciuto”

Nel pezzo si fa menzione anche del “Viola Park”, centro sportivo in costruzione a Bagno a Ripoli, che per Commisso “lascerà il segno”, anche se il patron della Fiorentina sostiene che i “ritardi e le modifiche hanno comportato costi aggiuntivi di oltre 20 milioni di euro”.

Il presidente viola parlando invece dello stadio Franchi, vincolato in alcune sue parti dalla Sovraintendenza ai Beni culturali, ha definito le scale a chiocciola e la Torre di Maratona:

La cosa più schifosa che sia mai stata inventata. Per competere con le prime 20 squadre in Europa dobbiamo raggiungere, in un modo o nell’altro, gli stessi livelli di entrate. Come ci arriviamo? Attraverso i ricavi dello stadio.

Coppa d’Africa, Tunisia-Mali: arbitro fischia fine in anticipo 2 volte

Juventus, rinnovo Dybala più lontano per i media argentini