Federico Chiesa, addio alla Fiorentina
Federico Chiesa, addio alla Fiorentina

Fiorentina, Pradè: “Chiesa alla Juve? Ci siamo tolti un peso”

Il direttore sportivo della Fiorentina Daniele Pradè, durante la conferenza di fine mercato allo stadio Franchi, ha commentato il passaggio di Federico Chiesa alla Juventus utilizzando questi termini:

Dare la fascia di capitano a Chiesa è stato un errore, abbiamo sbagliato. Per noi la cessione è un’operazione ottima, ci siamo tolti un peso visto che era diventata una telenovela e si parlava solo di questo. Per Federico e per il padre Enrico non siamo mai stati una opzione per il futuro, ma un veicolo per poter arrivare altrove.

Embed from Getty Images

Il dirigente viola ha poi proseguito la sua analisi, spiegando che la Fiorentina si aspettasse un atteggiamento diverso da parte di Chiesa:

Sotto l’aspetto affettivo penso che la famiglia Commisso si aspettasse qualcosa in più da Federico. Noi abbiamo sempre provato a proporre un nuovo contratto, anche negli ultimi giorni di mercato ma non siamo mai stati nei loro pensieri. Quando c’è un almeno un 5% di apertura in una persona provi a convincerla, ma quando non c’è niente diventa tutto difficile: il suo addio non è stato per un fattore economico, ma era un problema ereditato dall’anno scorso. Più volte ho detto alla famiglia Commisso che secondo me era giusto fare questa operazione: loro lo avrebbero tenuto volentieri, ma non c’erano i presupposti per farlo. Nessun rapporto può andare avanti se da una parte c’è un grande amore e dall’altra uno non corrisposto.

Fiorentina, Pradè: “Chiesa alla Juve? Ci siamo tolti un peso”

Al suo posto è arrivato Josè Maria Callejon, un giocatore che raccoglierà l’eredità di Chiesa, portando con sé un curriculum di tutto rispetto:

Sono felice che ci sia lui al posto di Chiesa, per me è una certezza. Ci ha aspettato fino alla fine, aveva molte offerte ma ha creduto nella Fiorentina. E noi lo avremmo preso ugualmente, anche nel caso in cui Chiesa fosse rimasto a Firenze. Ha scelto Firenze, così come ha fatto Ribery: questa è la nostra grande forza.

Italia, il ct Roberto Mancini

Italia, Mancini: “Speranza? Dovrebbe pensare prima di parlare”

Champions League. calendario Juventus

Juventus, isolamento violato