Cesare Prandelli, Fiorentina
Cesare Prandelli, Fiorentina

Fiorentina, Prandelli: “Inter è una corazzata. E su Ribery…”

Cesare Prandelli, allenatore della Fiorentina, alla vigilia della sfida con l’Inter ha parlato delle condizioni dell’uomo simbolo della squadra viola:

La squadra ha recuperato e sta bene. Ribery ha avuto un piccolo problemino, lo valuteremo domani mattina.

Riguardo l’Inter, invece, Prandelli è sicuro che occorrerà una prova di alto livello:

Un’avversaria attrezzata per arrivare in fondo al campionato e cercare di vincerlo. Ha una grande squadra, ha un gioco consolidato. È una corazzata. Per controbattere dovremo essere molto compatti ed equilibrati, con la voglia di metterli in difficoltà. Tutti vorrebbero giocare partite così ed essere all’altezza. Mi auguro che la squadra possa aver recepito questo.

Prandelli ha poi spiegato cosa si aspetti dalla sua squadra:

Le prestazioni sono state sempre abbastanza buone. Il miglioramento è sull’intensità, mi sembra che la squadra abbia recepito bene. on siamo una squadra che palleggia molto, ma ripartiamo spesso e arriviamo in profondità con discreta determinazione. Dobbiamo migliorare sulle disattenzioni. I giocatori adesso hanno un pensiero sempre positivo quando hanno la palla gli altri, invece dobbiamo avere un pensiero negativo, quasi avendo paura di prendere gol e aumentare la concentrazione.

Embed from Getty Images

Fiorentina, Prandelli: “Inter è una corazzata. E su Ribery…”

L’allenatore della Fiorentina ha poi parlato dei nuovi arrivi:

Kokorin sta lavorando, sapevamo che aveva bisogno di tre settimane di lavoro e lo sta facendo molto bene. Malcuit è più avanti, verrà in panchina e se avrò bisogno una mezz’ora in campo la potrà fare.

Infine Prandelli ha parlato delle sue sensazioni e del sogno di vivere una partita come quella con la Juve:

o sogno sempre in grande, penso di mettere in difficoltà qualunque squadra. Alla tradizione favorevole contro l’Inter ci avrei creduto al cento per cento se ci fossero stati i nostri tifosi. La cosa positiva è che la squadra sta lavorando per dimostrare di credere di fare grandi imprese. Come sostituire lo squalificato Castrovilli? Non ho ancora deciso, ho dei dubbi. Per me è importante, vuol dire che più giocatori possono essere titolari. Per adesso ho delle alternative che mi fanno riflettere.

Danilo Juventus

Juventus, Danilo: “Dopo Inter cambiato il nostro atteggiamento”

Koeman, Di Maria e Messi

Calciomercato, Di Maria: “Buone chance che arrivi Messi al Psg”