Giorgio Chiellini

Ruvido, forte e instancabile: questo è Giorgio Chiellini. Difensore classe 1984, livornese ma nato a Pisa, una vita alla Juventus. Con i colori bianconeri si è affermato come uno dei migliori difensori della storia del calcio italiano. È anche la colonna portante della Nazionale azzurra dal 2004, dopo aver fatto tutta la trafila nelle selezioni giovanili.

Nel 2004 vince un campionato di Serie B con il Livorno e viene acquistato dalla Juventus. Un anno in prestito alla Fiorentina, poi il ritorno a Torino da titolare inamovibile. Da bambino voleva giocare a basket, poi la scelta del calcio. Anche suo fratello Claudio è nel mondo del pallone: svolge il ruolo di procuratore.

Giorgio Chiellini in carriera ha vinto 7 scudetti, 3 Supercoppe italiane, 4 Coppe Italia tutte con la maglia della Juventus. È laureato in Economia e Commercio con una tesi riguardante il bilancio del suo club. Per il campionissimo Zlatan Ibrahimovic è il difensore più forte al mondo.

Giorgio Chiellini, da qui non si passa

Embed from Getty Images

Giorgio Chiellini debutta in Serie A con la maglia della Fiorentina il 12 settembre del 2004 contro la Roma. I giallorossi, interessati al suo cartellino quando era ancora un giocatore del Livorno, lo hanno perso ‘alle buste’ per colpa di un’offerta troppo bassa rispetto a quella della Juventus. A Firenze agisce da terzino sinistro, ruolo che continua a ricoprire anche oggi in alternanza a quello di difensore centrale. Un anno dopo veste di bianconero sotto la guida di Fabio Capello. La Juventus diventa la sua nuova casa.

La BBC

Antonio Conte nella stagione 2011-2012 apre il suo ciclo vincente alla Juventus. Dietro viene costruita una difesa di ferro con Barzagli, Bonucci e Chiellini. Per la stampa italiana ecco la BBC. Arrivano 3 scudetti consecutivi, e nel campionato 2011-2012, nessuna sconfitta subita. Difensore fondamentale anche con Massimiliano Allegri. Ad ottobre del 2017 entra nella top ten degli juventini più presente di sempre.

Le finali che bruciano

Ci sono due grandi delusioni nella carriera di Giorgio Chiellini. La prima, con la maglia dell’Italia, nella finale persa contro la Spagna nell’Europeo del 2012. Con un suo errore dà il via al poker delle Furie Rosse (4-0 il risultato finale). La seconda, con la maglia della Juventus, in un’altra finale amara. I bianconeri si giocano la Champions League 2017 a Cardiff contro il Real Madrid. Brutta sconfitta per 4-1.

Il morso di Suarez

Embed from Getty Images

Giorgio Chiellini è ricordato anche per essere stato morso da Luis Suarez nel Mondiale del 2014. Il 24 giugno di quell’anno, l’Italia si gioca il passaggio del primo turno con l’Uruguay. Il duello tra i due giocatori è durissimo, alla fine l’attaccante uruguaiano perde la testa e rifila un morso sulla spalla dell’azzurro. Il raptus folle costa a Suarez la squalifica di tutte le gare di Premier League per 4 mesi (ai tempi giocava nel Liverpool) oltre a 9 turni internazionali da saltare.

Quello che non sai su Andrés Iniesta

Altezza, peso e contratto di Gerard Piqué