Inter, Conte avvisa il Brescia: “Siamo assetati di punti”

Domani a San Siro arriva il Brescia, penultimo in classifica: la sfida giusta per l’Inter per ritrovare le certezze perdute e provare a tenere a distanza l’Atalanta in chiave terzo posto. Una squadra che per questo è ”assetata di punti”, secondo la definizione di Antonio Conte:

C’è pochissimo tempo per preparare la gara contro il Brescia però sappiamo qual è l’obiettivo, fare una buona partita e cercare di ottenere il massimo, quindi i 3 punti. Sappiamo che è un mini torneo e abbiamo bisogno di ottenere la vittoria. Mi aspetto un Brescia che viene a San Siro per fare risultato, perché ha bisogno di punti su ogni campo quindi bisognerà fare molta attenzione ma al tempo stesso anche noi siamo assetati di punti e abbiamo voglia di vincere.

Embed from Getty Images

Inter, Conte assetato di punti

La rimonta del Tardini, quindi, deve essere un nuovo punto di partenza per Lukaku e compagni:

Subire il pareggio in casa contro il Sassuolo nel finale poteva essere una mazzata a livello psicologico, invece abbiamo giocato contro una squadra in ottima salute come il Parma e sono soddisfatto. Ci sono tantissime cose positive, bisogna vedere se si vuole vedere il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto. Oggi tutti hanno interesse a vedere il bicchiere mezzo vuoto creando problemi all’Inter, ma noi dobbiamo proseguire per la nostra strada.

Aspettando i rientri di Brozovic e Vecino in mediana (”sono vicini al recupero”, ha spiegato Conte), si va verso la conferma del 3-4-1-2, ormai modulo fisso per i nerazzurri, anche se potrebbe esserci ancora qualche novità tra i titolari:

Sono fondamentali in questo momento i cambi, ma io mi mi auguro che di qui alla fine sia l’11 iniziali sia chi entra possa dare sempre il 100%, Ho fiducia in tutta la rosa, l’importate è che cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambi e che sia una vittoria.

Calciomercato, Hakimi a un passo

Potrebbe riposare Lukaku, con Sanchez che si candida per una maglia da titolare, mentre in mediana dovrebbe rivedersi Borja Valero. Intanto, la società sta già gettando le basi per la prossima stagione, a partire dalla nuova maglia svelata oggi con la novità delle righe nerazzurre a zig zag.

Poi è stato il turno del primo colpo di mercato verso il 2020/21, con l’arrivo in mattinata a Milano di Achraf Hakimi, che ha poi svolto in giornata le visite mediche di rito prima della firma del contratto. Per il marocchino classe 1998, l’Inter verserà al Real Madrid circa 40 milioni di euro più bonus: l’esterno destro di corsa e tecnica perfetto per le idee di Conte, in attesa di rinforzi anche sulla fascia sinistra.

Bologna, Mihajlovic: “Con il Cagliari potrebbe anche finire 7-6”

Bologna, Mihajlovic: “Con il Cagliari potrebbe anche finire 7-6”

Serie B, caos Livorno: niente rinnovo per i giocatori in scadenza