Eriksen, frecciata a Conte
Eriksen, frecciata a Conte

Inter, Eriksen: “Mai pensato di scappare. La scintilla contro il Milan”

Christian Eriksen racconta così, in un’intervista all’emittente danese Sport Tv2, i suoi ultimi mesi all’Inter:

È stato un anno difficile, a dicembre ero pieno di pensieri ma non perché volessi scappare. Volevo davvero lottare per il mio posto, ero sicuro che se fosse arrivata la mia occasione avrei provato a coglierla. Sento di averlo fatto.

Il danese è passato dall’ipotesi cessione a gennaio fino a diventare una pedina fondamentale per la squadra di Conte:

È stato mentalmente difficile. Essere un giocatore dell’Inter è sempre stato bello, ma il momento più bello è poter giocare di più. Sono stato bravo a isolarmi e concentrarmi. Per tanti giorni dopo l’allenamento e le partite mi sono allenato di più, un calcio di punizione, un tiro in porta o qualcos’altro.

Embed from Getty Images

Inter, Eriksen: “Mai pensato di scappare. La scintilla contro il Milan”

Proprio da una punizione di Eriksen, quella segnata contro il Milan in Coppa Italia, è scattata la scintilla:

È iniziato con il gol contro il Milan, la gente ha iniziato a guardarmi con occhi diversi. Ha aiutato il modo in cui le persone guardavano le cose dall’esterno. Ho avuto la prova che posso ancora giocare bene a calcio.

Ora Eriksen non vuole guardare troppo in là:

Ho scoperto quanto vanno veloci le cose nel calcio. E’ un su e giù continuo. Affronto le cose giorno per giorno, poi dobbiamo vedere come va e cosa porterà il futuro.

Benzema Ronaldo

Real Madrid, Benzema: “Ronaldo segnava tanto anche con me”

WWE, sul Network arriva la Stone Cold Steve Austin Week