Inter, Inzaghi: “Alla Lazio chiuso un ciclo, ora lo Scudetto qui”

Sono queste le prime parole di Simone Inzaghi da tecnico dell’Inter, durante la conferenza stampa di presentazione:

L’Inter per me è una grandissima sfida, la società e i dirigenti hanno dimostrato grande voglia di volermi qui a Milano. So che ci saranno difficoltà, avremo lo scudetto sul petto da difendere, siamo l’Inter e faremo di tutto per difendere lo scudetto.

Riguardo il mercato, Simone Inzaghi prosegue:

La società mi ha promesso che la squadra rimarrà competitiva, sapevo che avremmo ceduto Hakimi e così è stato ma sappiamo dove dobbiamo intervenire. L’obiettivo è difendere lo scudetto e fare un percorso migliore in Champions.

Embed from Getty Images

Inter, Inzaghi: “Alla Lazio chiuso un ciclo, ora lo Scudetto qui”

Su Eriksen:

Ora Eriksen deve pensare a riposare, io come allenatore dell’Inter lo aspetto a braccia aperte. Avevo parlato con lui prima dell’Europeo, dopo l’incidente che ha avuto no. È un giocatore su cui puntavo. È dell’Inter, avrà bisogno dei suoi tempi e nel frattempo la società è stata tempestiva e brava con Calhanoglu, che mi è sempre piaciuto tanto.

Inzaghi ha parlato dell’addio alla Lazio:

Penso che nella vita vadano fatte delle scelte. Lo ringrazierò sempre per l’occasione che mi ha dato, è un ottimo presidente con grandissime idee. Secondo me si era chiuso un ciclo, dopo la cena con la dirigenza mi ero preso del tempo per fare una scelta e alla mattina seguente ho deciso di cambiare. E la prima persona che ho avvertito è stata Lotito.

E ancora:

Sono stato 22 anni alla Lazio, ho avuto la fortuna di vincere come giocatore, allenatore delle giovanili e della prima squadra. Di meglio non potevo chiedere ma era venuto il momento di cambiare. La spinta dell’Inter è stata forte.

Mario Balotelli

Balotelli: “Ma perché questo odio verso di me? E se vado ai Mondiali?”

Lotito, caos tamponi Lazio

Serie A, accettato il trust: la Salernitana si iscrive al campionato