Inter, Vidal
Inter, Vidal

Inter, Vidal: “Non c’è nessuna paura di pronunciare parola Scudetto”

Arturo Vidal, centrocampista dell’Inter e della nazionale cilena, ha fatto il punto della stagione in una intervista esclusiva a Sky Sport:

Si può pronunciare la parola scudetto? Sì, certo. Io non ho paura di pronunciarla, ho vinto tanto, compresi scudetti sia qua sia in Germania e in Spagna e sento che questo è il mio obiettivo. Ma dobbiamo lavorare ogni giorno, pensare partita per partita, poi vedremo se siamo all’altezza di conquistare il titolo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Arturo Vidal (@kingarturo23oficial)


Il giocatore cileno ha poi proseguito:

L’anno scorso l’Inter è stata vicina a vincere lo scudetto. Era una squadra giovane che lavorava tanto, ma ha sbagliato in momenti decisivi, partite in cui non si possono commettere passi falsi. Per questo quest’anno dobbiamo stare attenti, concentrati, è un momento difficile ma dobbiamo tirare fuori tutti il massimo e sbagliare meno rispetto all’anno scorso per raggiungere il nostro obiettivo, che è lo scudetto. Dobbiamo sbagliare meno rispetto allo scorso anno.

http://gty.im/1230256922

Inter, Vidal: “Non c’è nessuna paura di pronunciare parola Scudetto”

Anche se l’Inter ormai potrà concentrarsi solo sul campionato, Vidal ha un obiettivo ancora da raggiungere:

Il mio sogno è vincere la Champions League. È difficile, questo è un progetto nuovo, ci sono giocatori giovani che hanno fame di vincere qualcosa. Sono molto triste di essere fuori dalla Champions, ma abbiamo due obiettivi su cui puntare, dobbiamo fare il massimo. Dopo la sconfitta in Champions certo che avevamo paura di fare male, perché avevamo tanta voglia di fare bene in quella competizione. Abbiamo giocato tante partite dopo l’eliminazione in cui volevamo prendere punti e prima avevamo sbagliato. L’importante è lavorare bene, perché sappiamo che quest’anno è dura.

MotoGp, Dovizioso: “Prima di andare in Ducati, mai valorizzato”

MotoGp, Dovizioso: “Prima di andare in Ducati, mai valorizzato”

Napoli, De Laurentiis contro Pirlo: “Pensi a fare l’allenatore”