Pirlo, Juve
Pirlo, Juve

Juve, Pirlo: “Domani purtroppo Dzeko sarà un avversario”

Andrea Pirlo si prepara per la seconda partita di campionato da allenatore della Juve. Dopo il successo all’esordio, adesso si dovrà misurare con un avversario del calibro della Roma. La voglia di fare bene resta comunque altissima, come spiegato nella conferenza stampa di presentazione del match:

Allenare è un’emozione diversa, perché non decido io, ma dipendo dai giocatori che scendono in campo. Nella mia testa cerco di capire da un pò come far rendere al massimo i ragazzi.

Riguardo la condizione fisica e mentale della sua squadra, poi, Pirlo ha aggiunto:

Stiamo aumentando i carichi di lavoro, la squadra risponde bene: abbiamo lavorato ancora meglio della settimana scorsa. Gli avversari si sono rinforzati molto, sarà un campionato avvincente. Nessuno è avvantaggiato, ci sarà da lottare fino all’ultima giornata. I ragazzi hanno voglia e fame, nonostante abbiano vinto tanto. Questo entusiasmo e questa voglia di migliorare mi tranquillizzano molto.

C’è modo anche di parlare di calciomercato, dall’ultimo arrivato Alvaro Morata al sogno sfumato di Edin Dzeko:

Aspettavamo l’attaccante ed è arrivato. Morata lo conosco bene, ho avuto la fortuna di giocare con lui: è stato una delle nostre priorità, a livello tecnico e tattico è il giocatore che cercavamo. Dzeko domani sarà un pericolo. È un grande giocatore che abbiamo ammirato e che sarebbe potuto essere un nostro attaccante, ma la trattativa non è andata a buon fine. È un giocatore che stimiamo e che domani, purtroppo, sarà un avversario.

Juve, Pirlo: “Purtroppo Dzeko sarà un avversario”

Per quanto riguarda le uscite, invece, ecco il punto di Andrea Pirlo:

Pellegrini è andato a Genova per giocare di più, anche in vista dell’Europeo dell’anno prossimo. De Sciglio è a disposizione come la settimana scorsa. Khedira? Abbiamo parlato con Sami per capire quale possa essere la soluzione migliore, per lui e per noi.

Embed from Getty Images

Infine un discorso sul rientro di Dybala e il turnover:

Abbiamo lavorato con Dybala che è rientrato gradualmente in gruppo. Vediamo oggi come sta e decidiamo se viene a Roma. Turnover? Dopo una giornata è difficile da attuare. Cercherò di mettere in campo la squadra migliore secondo le nostre esigenze tattiche e per le caratteristiche della Roma. Arriva da un periodo di inattività ma ha lavorato bene, si sta ambientando, a livello tattico e fisico.

Koeman, Barcellona

Barcellona, Koeman: “Luis Suarez? Sembra che sia io il cattivo…”

Fonseca, Roma

Roma, Fonseca: “Dzeko titolare contro la Juve, è molto motivato”