JUVENTUS SCUDETTO 38 O 36

Juventus, gli Scudetti sono 36 o 38? Si rinnova la polemica

Con la vittoria sulla Sampdoria la Juventus conquista lo Scudetto con 2 giornate alla fine di una Serie A che ormai da 9 anni parla esclusivamente bianconero. Una striscia cominciata con Antonio Conte in panchina nella stagione 2011/2012 e proseguita fino a oggi con una squadra sempre più forte, sempre più ricca di stelle e sempre più dominante nei confronti della concorrenza.

Quella della Juventus è una vittoria figlia di programmazione e intuito, nonostante la scintilla con Maurizio Sarri non sia ancora scoccata, ma che verrà giustamente festeggiata da giocatori, tifosi e dirigenti come un traguardo straordinario. Eppure, nell’atmosfera di festa che circonda il trionfo bianconero, a tenere banco sono ancora una volta – come succede ormai da 9 anni a questa parte – le polemiche relative al numero di Scudetti che la Vecchia Signora può vantare in bacheca.

Juventus campione d'Italia

Quanti sono? Per la Juventus sono 38, per la FIGC e l’albo d’oro della Serie A invece sono 36: all’appello mancano infatti i 2 Scudetti revocati dalla Giustizia Sportiva nell’estate del 2006 in seguito alle sentenze di Calciopoli, che annullarono il campionato 2004/2005 e assegnarono quello successivo all’Inter mandando inoltre il club bianconero in Serie B. Un processo che la società presieduta da Andrea Agnelli non ha mai accettato e che da sempre ha combattuto, una situazione in cui una mancata presa di posizione da parte della FIGC ha portato a una “guerra fredda” sui numeri tra le due parti in causa e alle puntuali polemiche conseguenti a ogni nuova vittoria.

Cristiano Ronaldo è alla primo giocatore a vincere il titolo in Serie A, Liga e Premier League

Juventus, ancora polemica sul numero degli Scudetti: 36 o 38?

A dire la verità la FIGC ha sempre chiarito la sua posizione sul numero degli Scudetti vinti dalla Juventus: la Federazione non può che rispettare le sentenze e pretendere che anche gli altri facciano lo stesso, ecco perché i titoli nazionali vinti dai bianconeri restano ufficialmente 36. Ed ecco perché alla Vecchia Signora fu vietato, al termine della stagione 2011/2012, di appuntare sulla maglia la terza stella che rappresentava i 30 campionati vinti, una situazione a cui il club ovviò sostituendola con la scritta “30 sul campo”.

Il nuovo quiz sulla Juventus

Furono tuttavia 30 gli Scudetti festeggiati dal popolo bianconero, allo Stadium e nel merchandising, situazione che anche nelle stagioni successive portò i vertici federali a criticare l’atteggiamento della Juventus e la società a sostenere, tramite il presidente Andrea Agnelli, che “ognuno in casa propria espone quello che vuole”. La linea del club del resto è chiara: non riconosce equi né i processi né le sentenze di Calciopoli e ritiene di aver conquistato sul campo tutti e 38 i titoli festeggiati, anche se nelle ultime stagioni questo è avvenuto in tono minore proprio per evitare scontri frontali con la FIGC.

palmares juventus

Ecco perché nelle ultime stagioni in casa Juventus si sono preoccupati più di festeggiare l’eccezionalità delle vittorie consecutive che il numero di Scudetti. Due stagioni fa, per esempio, fu protagonista l’hashtag #my7h, l’anno la società ha mantenuto lo stesso stile con #w8nderful. Una tregua, una situazione che resta comunque poco chiara.

Già in passato erano sorte polemiche intorno all’atteggiamento della Juventus, che al termine dello scorso campionato aveva esposto lo Scudetto numero 36 allo Stadium generando l’ira social di moltissimi appassionati e costringendo il presidente della FIGC Gabriele Gravina a puntualizzare che i titoli vinti dai bianconeri erano 34. Ancora, nel 2016, in occasione di Italia-Spagna giocata a Torino la scritta relativa ai campionati conquistati era stata coperta da uno striscione. Anche sul suo sito ufficiale la Vecchia Signora si fregiava fino a oggi di 37 Scudetti, limitandosi ad aggiungere nei dettagli relativi alle vittorie del 2004/2005 e 2005/2006 la dicitura “Revocato”. 

Indipendentemente dai punti di vista, che ovviamente dividono tifosi e appassionati, è certo che la situazione sul numero ufficiale di Scudetti vinti dalla Juventus prima o poi andrà chiarita in modo netto e inequivocabile tra club e FIGC e che Calciopoli, con i suoi processi, le sue sentenze e tutte le conseguenze del caso, a distanza di oltre un decennio continua a rappresentare una ferita ancora aperta per tutto il calcio italiano, destinata inevitabilmente a tornare al centro dell’attenzione dopo ogni vittoria bianconera.

I venti allenatori migliori al mondo: la classifica dei tifosi

Sala trofei casa milan

Milan, i 30 giocatori più forti acquistati da Berlusconi