Juventus, Zoff: “Ora al massimo può arrivare al quarto posto”

In un’intervista alla Stampa, Dino Zoff parla della Juventus in difficoltà dopo la nuova sconfitta a Verona:

Per certi versi era prevedibile. Dopo avere vinto tanto, la rifondazione porta con sé grossi problemi e non può dare risultati immediati.

Zoff ha poi proseguito:

I giocatori devono mettersi in testa che giocare per la Juventus non basta per portare a casa i tre punti: non è mai successo e mai accadrà, anche perché battere la Juve è il sogno di ogni squadra. Servono attenzione massima e voglia di soffrire, sempre. Avere vinto tanto non dà la garanzia di poterlo fare ancora, anzi: più sei arrivato in alto e più fai in fretta a rotolare giù, se sbagli atteggiamento.

Embed from Getty Images

Juventus, Zoff: “Ora al massimo può arrivare al quarto posto”

Su Bonucci e Chiellini aggiunge:

Pochi mesi fa hanno vinto l’Europeo da protagonisti assoluti: è tutta la squadra a dovere cambiare marcia e a dovere tornare a lottare per un pezzo di pane.

Riguardo Ronaldo, spiega:

Ha deciso lui di andarsene quando mancavano pochi giorni dalla fine del mercato: ogni altro discorso ha poco senso. Di sicuro, a quel punto la società non pensava di dovere rinunciare a un giocatore così importante e si è trovata spiazzata.

Sulle prospettive future di questa Juve, Zoff conclude:

Bisogna essere realisti: il quarto posto è ormai il massimo traguardo possibile. Ma devono sbrigarsi e cominciare a fare punti: altrimenti, sarà difficile anche quello.

Fabio Capello

Juventus, Capello: “Avevo suggerito ad Allegri di non tornare…”

Psg, Sergio Ramos potrebbe rescindere il contratto a gennaio