Balotelli a Chiellini: “Non sei vero uomo”

A casa in famiglia, durante la quarantena, Giorgio Chiellini è stato benissimo. Ecco perché in un primo momento, quando è stato richiamato alla Continassa, la reazione non è stata delle migliori:

Mi è piombata la tristezza addosso. Però mi è bastato uscire con la macchina allo svincolo di Venaria perché mi si riaccendesse subito qualcosa. È stato bello ricominciare.

Embed from Getty Images

Il capitano della Juve si confessa a “Repubblica”, a pochi giorni dalla ripresa degli allenamenti individuali. A giorni uscirà la sua autobiografia, al cui interno parla della rivalità con l’Inter:

Io odio sportivamente l’Inter come Michael Jordan odia i Pistons, non posso non odiarla, ma il 99,9 per cento delle volte che ho incontrato fuori dal campo persone con cui mi sono scannato in partita, ci siamo fatti due risate. L’odio sportivo è quello che ci spinge a superare l’avversario: se gli si dà il giusto significato, è una componente essenziale dello sport.

Litigio tra Chiellini e Balotelli

All’interno, poi, ci sono anche dei giudizi pesanti su Balotelli e Felipe Melo:

Sono gli unici due ad essere andati oltre un limite accettabile.

In riferimento a Super Mario, Chiellini sul suo libro ha scritto:

Balotelli è una persona negativa, senza rispetto per il gruppo. In Confederations Cup, nel 2013, non ci diede una mano in niente, roba da prenderlo a schiaffi.

La risposta di Mario Balotelli non si è fatta attendere ed è arrivata con una story su Instagram:

Io almeno ho la sincerità e il coraggio di dire le cose in faccia. Tu dal 2013 avresti avuto tante occasioni per farlo, comportandoti da vero uomo, ma non l’hai fatto. Chissà cosa dirai un giorno dei compagni di oggi, strano capitano… Se questo vuol dire essere un campione, allora preferisco non esserlo. E alla maglia azzurra non ho mai mancato di rispetto.

MotoGP, Stoner: l’unico che (forse) potrebbe fermare la furia Marquez

Cannavaro: “Messi top, ma Maradona…”