Milan, Brahimi Diaz
Milan, Brahimi Diaz

Milan, ecco Diaz: “Che orgoglio, da qui sono partite tante leggende”

Queste le parole dell’esterno spagnolo Brahim Diaz, nuovo acquisto del Milan, presentato oggi in via ufficiale:

Avevo varie offerte ma ho scelto il Milan perché è una grandissima squadra, composta da persone che stanno lavorando al meglio per riportare il club nella posizione che si merita. Ho parlato con Maldini, con Massara e sono molto contento. Il Milan è ambizioso e non ha solo l’obiettivo di tornare in Champions, vuole tornare a vincere. Abbiamo tanti obiettivi ma quello che conta è il risultato. L’arrivo di Tonali, la conferma di Ibra, Castillejo mi fanno ben sperare.

Embed from Getty Images

Diaz ha poi continuato:

È un grandissimo piacere giocare in questo grandissimo club, un club storico. La prima volta a Milanello è stata un’esperienza incredibile, allenarsi qui è speciale, è un centro con tantissime strutture e servizi, è molto importante. La cosa che mi ha colpito molto è stata l’accoglienza dei tifosi, stupenda. Questo club ha una fama mondiale e un blasone internazionale, da qui sono passate tantissime leggende del calcio. Il Milan è speciale e io sono orgoglioso di essere rossonero.

Milan, ecco Diaz: “Che orgoglio, da qui sono partite tante leggende”

Il nuovo acquisto del Milan ha dato ampia disponibilità a Pioli:

Giocherò nella posizione che mi chiederà il Mister, io mi trovo meglio a giocare da trequartista ma farò quello che mi chiede il Mister. Mi è sempre piaciuto il 21, giocavo con lo stesso numero quando ero al Real e poi qui al Milan è stato indossato da grandissimi campioni, per ultimo Zlatan. Mi ispiro a moltissimi giocatori e non ho un solo modello, ammiravo tantissimo il gioco di Andrés Iniesta. Mi definirei un giocatore con buona tecnica individuale, buon dribbling e che fa la differenza tra le linee. Sono pronto, fisicamente sto bene. Il mio obiettivo è dare il massimo e fare il meglio con questa squadra e per questo Club. Qui si può imparare da chiunque perché sono tutti forti e io sono giovane quindi ho sole da imparare.

In merito al feeling con i suoi nuovi compagni di squadra, Diaz ha aggunto:

Con Samu Castillejo ho un rapporto speciale. Ho avuto la fortuna di giocare assieme a lui nelle giovanili del Malaga ed è veramente un piacere ora ritrovarlo e condividere lo spogliatoio. Ancora non ho incontrato Theo Hernández ma avrò modo di conoscerlo, è un fenomeno. Giocare con Zlatan è incredibile, l’ultimo scudetto vinto dal Milan è stato proprio con Ibrahimovic: è una presenza fondamentale nello spogliatoio e in campo. Essere parte di un gruppo così giovane è di aiuto. Nello spogliatoio si respira una bellissima atmosfera. C’è uno spirito solido e compatto: possiamo fare grandi cose. Questa squadra ha uno spirito vincente, si vede subito.Speriamo di continuare sui risultati del post lockdown.

Liga, si parte sabato

Liga, si parte sabato! Ma la Federazione aveva stabilito venerdì

De Laurentiis positivo al coronavirus

Napoli, dottor Mirone: “De Laurentiis era preoccupato”