Milan, Ibrahimovic
Milan, Ibrahimovic

Milan, Ibrahimovic: “Il futuro mi fa un po’ paura, ma ora non ci penso”

Zlatan Ibrahimovic ha parlato in un’intervista alla Espn parlando del suo Milan che, a tre giornate dalla fine, è in testa alla classifica:

La squadra sta lavorando duramente, stiamo facendo grandi sacrifici per arrivare ai nostri obiettivi. La squadra è ancora giovane, ma sta crescendo e facendo sempre più esperienza. Siamo in vetta alla classifica, dobbiamo restare concentrati su quello che dobbiamo fare e fare del nostro meglio. Nel calcio da una settimana all’altra possono cambiare tante cose.

A fine stagione lo svedese dovrà decidere del suo futuro:

Sono vicino alla linea di porta. Sono un po’ impaurito: se mi dovessi fermare, cosa faccio? Quale sarebbe il prossimo capitolo? Io conosco le varie possibilità, potrei fare molte cose, ma l’adrenalina che ho ora sul campo non so se potrei trovarla altrove. Io sto provando a posporre la linea della porta, giocando e segnando gol.

Embed from Getty Images

Milan, Ibrahimovic: “Il futuro mi fa un po’ paura, ma ora non ci penso”

Poi Ibrahimovic ha continuato:

Ovviamente per continuare a giocare devo stare bene fisicamente, devo essere in grado di farlo, devo potermi divertire giocando. Non ha senso giocare se soffri troppo, è meglio essere realisti e dire a te stesso: ‘È abbastanza’. E cominci un nuovo capitolo. Ma se sei concentrato su questo non sei concentrato sul resto. Nella mia testa non c’è questo. Se pensassi al mio ritiro, non sarei capace di aiutare i miei compagni e me stesso in fare ciò che vorrei. I calciatori seguono lo stesso programma ogni giorno. E io l’ho fatto per 25 anni. Sei come un soldato. Io sono vicino a questa linea, ma non ancora.

Superlega, Ceferin Uefa

Uefa, stangata alla Russia su candidatura Europei 2028-32

Mondiali Mondiale Qatar 2022: svelato il Lusail Stadium che ospiterà la finale

Mondiali in Qatar, dal 7 al 14 giugno gli spareggi interzona