Milan, Ibrahimovic doppietta alla Samp
Milan, Ibrahimovic doppietta alla Samp

Milan, Ibrahimovic è insaziabile: “Sono come Benjamin Button”

”Sono come Benjamin Button, sono sempre stato giovane e mai vecchio”. Alla soglia dei 39 anni, Zlatan Ibrahimovic si riscopre ancora fondamentale e decisivo. C’è il suo zampino nella crescita del Milan e nella lunga corsa post-lockdown dei rossoneri, conclusa al sesto posto nonostante nessuno abbia fatto meglio degli uomini di Pioli dalla ripartenza del campionato.

Una squadra trasformata che ora guarda alla prossima stagione, con il tecnico emiliano e anche la stessa società che ora non hanno intenzione di fare a meno di Ibra. Lo svedese, d’altronde, è decisivo anche guardando i numeri.

Con lui in campo la media del Milan è di poco superiore ai 2 punti a partita, che proiettata su un campionato vale in sostanza la lotta per la Champions League, lì dove i rossoneri puntano a tornare dalla prossima stagione. Il suo apporto in zona gol è stato di 14 tra reti e assist, incidendo in sostanza per un gol a partita (la media è di uno ogni 91′). Tralasciando l’esperienza in MLS, è dal 2015/16 che Ibrahimovic non incideva così tanto sulle reti di una squadra in campionato (38 gol e 12 assist, uno ogni 51′).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

and i’m just warming up

Un post condiviso da Zlatan Ibrahimović (@iamzlatanibrahimovic) in data:

Milan, Ibrahimovic è insaziabile: “Sono come Benjamin Button”

Prestazioni che hanno sbalordito anche Kylian Mbappé:

Sto guardando adesso il replay del Milan: Zlatan che giocatore, 38 anni…

Così ha twittato il fenomeno del Psg, aggiungendo diversi emoticon sbalorditi. Ma l’impatto del bomber ex Juve e Inter va anche oltre i numeri, come spiegato anche dal centrocampista rossonero Ismael Bennacer.

Ibra ti aiuta tanto, con lui vuoi fare di più, non vuoi perdere una palla, vuoi dare il meglio perché lui cerca la perfezione. E se non la trovi ti ammazza, ma lui è così, ha ragione – le sue parole a Sky Sport -. È giusto urlare quando sbagli qualcosa e non dire niente quando fai bene, è così che si impara e si diventa un giocatore di alto livello.

Non è un caso, quindi, che il club rossonero ora punti a rinnovare il contratto con lo svedese. La trattativa tra le parti prosegue, con contatti continui tra la società e Mino Raiola: al centro le richieste economiche di Ibra, con la quadratura del cerchio che potrebbe essere trovata intorno ai 4 milioni di euro più bonus. Cifre che potrebbero essere messe sul tavolo del club dallo stesso Raiola, che presto dovrebbe arrivare a Milano per trattare anche il rinnovo di Gigio Donnarumma con i rossoneri.

Fiorentina, Diakhate nei guai

Fiorentina, giovane accusa Diakhate: “Mi ha aggredita in un locale”

Fifa, accusa al presidente Infantino

Fifa, Infantino indagato: “Ho solo visto un procuratore…”