Milan, Pioli
Milan, Pioli

Milan, Pioli è tornato: “Molto meglio dello smart working”

Finalmente Stefano Pioli è tornato a gestire in prima persona il suo Milan. Il tecnico rossonero è apparso molto emozionato al suo ritorno a Milanello dopo il coronavirus:

Lo smart working non funziona, ho lavorato molto più da casa che prima… Sono contento di essere di nuovo qui, una cosa è vedere i giocatori dall’alto e un’altra dal campo.

Embed from Getty Images

L’allenatore del Milan ha parlato così alla vigilia della sfida di Europa League con il Celtic Glasgow:

Mi è mancato stare insieme alla squadra, allo staff, sono stati solo 18 giorni ma lunghi. Ieri sera quando mi hanno comunicato la negatività ho fatto fatica a prendere sonno. Non vedevo l’ora di tornare. Sono stato fortunato, ho avuto solo qualche sintomo.

Milan, Pioli è tornato: “Molto meglio dello smart working”

Adesso Pioli avrà l’opportunità di ributtarsi a capofitto sulla stagione, con un tour de force ad aspettarlo:

In 31 giorni giochiamo 10 volte: la fatica si farà sentire, ma giocando da squadra si sentirà meno. Io continuerò a fare cambi per tenere alto il livello di performance mentale, fisica e tattica. Ho gli uomini per essere sempre competitivo, dobbiamo stringere i denti. Domani possiamo avvicinarci molto all’obiettivo di superare il girone e raggiungere i sedicesimi.

Infine Pioli parla dei possibili recuperi di Zlatan Ibrahimovic e Rafael Leao per il match con la Sampdoria:

In questo momento, per domenica è un po’ presto però manca ancora qualche giorno e valuteremo.

Borussia Monchengladbach Inter pagelle

Borussia Monchengladbach – Inter, le pagelle

Roma, Fonseca: “Abbiamo capito cosa sia accaduto a Napoli”