San Siro Stadium

Milan, qualche spiraglio per Ibra. Pioli vuole il quinto posto

Il Milan viaggia veloce su un doppio binario. Da un parte c’è la speranza di battere la Sampdoria per mantenere in vita le residue speranze di accorciare al quinto posto sulla Roma (a +4 con due giornate ancora da disputare), dall’altra c’è la necessità di programmare al meglio la prossima stagione per andare all’assalto di un posto in Champions che risanerebbe conti e morale.

Pioli “crede” ancora alla possibilità di evitare i preliminari di Europa League ma è consapevole di quanto questa rincorsa dipenda dai passi falsi dell’avversaria:

Noi dobbiamo solo fare più punti possibili e i nostri risultati dipendono da noi. In caso di preliminari ci faremo trovare pronti ma non cambierebbe la data del raduno. Ci sarebbero tre partite in più da giocare con una preparazione limitata, ma per me giocare tanto significa migliorare.

Embed from Getty Images

Crescere passa anche dal mercato ma per Pioli le priorità, al momento, sono rappresentate dai rinnovi di Hakan Calhaloglu, Gianluigi Donnarumma e Zlatan Ibrahimovic, da lui considerati – assieme a Romagnoli – la colonna vertebrale della squadra:

Sono situazioni che vogliamo risolvere al più presto. Io incontrerò la società settimana prossima per fare il punto, abbiamo tutto il tempo per stabilire la rosa.

Milan, qualche spiraglio per Ibra: Pioli vuole il quinto posto

Un indizio arriva dalla presentazione della nuova maglia del Milan che richiama lo stile di Galleria Vittorio Emanuele ma soprattutto ha Ibra tra i principali testimonial. Lo svedese negli scorsi giorni trascorsi a Montecarlo avrebbe informato Raiola – atteso a ore per un appuntamento con la dirigenza rossonera – della volontà di continuare al Milan e si tratta quindi un prolungamento al ribasso ma con l’inserimento di bonus legati al discorso Champions.

Per Donnarumma invece si valuta un rinnovo biennale con l’aggiunta di incentivi e di una clausola rescissoria. Lo stesso Calhanoglu ha già giurato fedeltà al club nonostante l’interessamento di diversi club di Bundesliga. Pioli, d’altronde, ha chiesto a gran voce la conferma in blocco di gran parte del gruppo che ha saputo conquistare 35 punti nel solo girone di ritorno e non sono perciò previste rivoluzioni.

Nemmeno l’organigramma dovrebbe cambiare molto: Paolo Maldini, dopo aver avuto un primo colloquio programmatico con Gazidis, appare molto più propenso a rimanere al Milan, forte di due anni di contratto. Insomma, saltato l’arrivo di Rangnick, il Milan potrebbe restare nello status quo. “Siamo tutti fortemente – la chiosa di Pioli – dalla stessa parte, dalla parte del Milan”.

Scudetti Juventus Allianz Stadium

Massimo Moratti: “Allo Stadium 38 Scudetti? Si sono evidentemente distratti”

Ultime Estrazioni del Lotto sempre aggiornate tutti i numeri

Estrazioni del lotto, numeri vincenti sabato 8 agosto: 10 ruote e la nazionale