Milan, Tatarusanu
Milan, Tatarusanu

Milan, Tatarusanu: “Abbiamo obiettivi importanti, io ci credo”

Queste le parole del nuovo portiere del Milan, Ciprian Tatarusanu, nella conferenza stampa di presentazione:

La società vuole fare cose importanti, come si è visto sul mercato, e anche io sono molto fiducioso. Quando una squadra con questa storia chiama fa piacere, sono stato felice e ho preso subito in considerazione l’idea di venire qui. Tanti calciatori sognano di essere al Milan.

Per il giocatore rumeno un ritorno in Italia dopo l’esperienza con la Fiorentina:

Ho giocato la mia prima partita con la nazionale proprio contro l’Italia. Tanti calciatori rumeni hanno giocato qui, forse è più facile per noi adattarsi. Per me la nazionale è molto importante, ho giocato tante partite e voglio fare ancora bene con la Romania. Devo dare tutto ogni giorno qui per essere pronto quando il mister mi chiamerà in squadra.

Embed from Getty Images

Milan, Tatarusanu: “Abbiamo obiettivi importanti, io ci credo”

Sul numero uno del Milan, Gigio Donnarumma:

Lui è molto bravo nei rigori, è alto e spinge bene, per chi tira è molto difficile concentrarsi contro portieri così forti. Anche io, come lui, paro spesso i rigori. Il mio ruolo? Solo a Lione nella mia carriera ho fatto il sostituto, qui sono nella stessa situazione. Non è facile, ti devi sempre allenare al massimo sapendo che non giocherai. Ma a me piacciono le sfide, darò tutto e spero di avere la mia occasione.

Poi una battuta sull’allenatore del Milan, Stefano Pioli:

Alla Fiorentina abbiamo lavorato poco insieme, solo un ritiro, ma quando sono arrivato qui mi ha fatto subito capire cosa vuole dai portieri.

Il campionato riprenderà a porte chiuse:

Non è facile giocare senza tifosi, in Francia pian piano stanno tornando, e già si sente la differenza. Spero che anche qui in Italia si possa riaprire presto lo stadio, noi giochiamo per loro. La Serie A? Mi piace tanto, è un campionato molto esigente. Si controlla ogni dettaglio e questo mi piace, farò tutto per riadattarmi il prima possibile a un tipo di calcio diverso rispetto a quello francese.

Gravina con Infantino

Gravina: “Play-off? Ne ho parlato con Infantino. Serve rinnovamento”

Copa Libertadores 2020

Libertadores, ok a giocatori Boca Juniors positivi: Paraguay infuriato