Napoli, Gattuso: “Ci siamo ripresi quello che avevamo perso con Spezia”

Gennaro Gattuso, tecnico del Napoli, ha parlato a Sky Sport dopo il successo in extremis contro l’Udinese:

Non era facile oggi dopo quanto accaduto con lo Spezia. La squadra è viva, deve giocare sempre al massimo, Abbiamo degli obiettivi importanti, mercoledì avevano preso una mazzata incredibile. Siamo stati bravi, non era facile. Ci siamo presi quanto lasciato pochi giorni fa.

Embed from Getty Images

Sull’errore che ha portato al gol di Lasagna, Gattuso ha commentato così:

Dispiace per Rahmani, era in difficoltà e avrà ancora le sue chance ma l’ho levato alla fine del primo tempo. I giovani di oggi devono imparare a smanettare meno, si sta troppo con il telefonino, non si deve stare dietro a tutte le chiacchiere. Le energie vanno buttate sul campo invece di leggere. Se ne dicono tante di cavolate. Se noi stiamo sul pezzo possiamo ancora migliorare. Questa è una piazza non facile, bisogna lavorare poi alla fine facciamo bene i conti.

Napoli, Gattuso: “Ci siamo ripresi quello che avevamo perso con Spezia”

L’analisi della partita di Gattuso è proseguita:

Mi arrabbio troppo? Annuso prima le situazioni e il pericolo spesso non lo annusiamo. Dobbiamo scendere in campo da squadra. Si può e si deve migliorare, nel calcio non c’è solo una fase, e poi c’è la componente emotiva e caratteriale. Bisogna vedersi anche come Calimero, brutto e sporco. Anche un po’ bruttino va bene.

Quanto al recupero di Osimhen ha aggiunto:

Sta ancora lavorando a casa, deve fare il tampone, ancora non sta benissimo con il braccio. Fin quando non siano sicuri al 100% Fernando Llorente rimane con noi. Sul mercato non faremo nulla. La squadra è forte e stiamo bene così.

Lazio, Simone Inzaghi in conferenza

Lazio, Inzaghi blinda Caicedo: “Io voglio che rimanga qui”

Miura Kazu

Infinito Miura, nuovo contratto in Giappone a 54 anni