Luciano Spalletti Napoli

Napoli, Spalletti: “La Panda? La rivoglio con il nastro di Pino Daniele”

Così, in conferenza stampa, il tecnico del Napoli, Luciano Spalletti, a 48 ore circa dal match di campionato, in casa, contro il Genoa:

La Panda bisogna vedere in che stato ce la ridanno. Senza Pino Daniele dentro non la riprendo. All’inizio ero uno dei pochi a credere in questo Napoli. Adesso siamo in molti di più a credere nelle nostre qualità e ad avere qualche rimorso per il fatto di non lottare sino alla fine per lo scudetto. Se guardiamo le griglie di partenza del campionato non eravamo per molti fra le prime 4. Oggi invece siamo in Champions.

L’allenatore degli azzurri è tornato, con una battuta, sul furto della vettura e poi sugli obiettivi del suo team:

Lo striscione? Ha la stessa valenza di un foglio A4, con una scritta bella, al contrario, che ho trovato invece oggi. Noi abbiamo fatto il nostro striscione, come squadra, arrivando in Champions League.

Embed from Getty Images

Napoli, Spalletti: “La Panda? La rivoglio con il nastro di Pino Daniele”

Il tecnico ha poi continuato:

Domenica c’è una partita difficilissima, contro una squadra che lotta per un obiettivo importante. Anche noi abbiamo un traguardo importante da raggiungere, ovvero il podio. Noi, davanti al nostro pubblico, che sarà numeroso vogliamo fare una partita di livello. In più sarà l’ultima gara di Insigne al ‘Maradona’. Fra i tanti motivi che mi hanno spinto ad accettare di venire al Napoli c’era anche la presenza di Lorenzo qui. E’ stato un esempio ed esemplare per tutto il campionato, di questo lo ringrazio.

Infine Spalletti ha concluso:

Sono e resto l’allenatore del Napoli. Non ho dubbi su questo.Vogliamo costruire, per il futuro, un Napoli ancora più forte.

Juventus, Chiellini dice addio: “Lunedì la mia ultima partita”

Manchester City, Guardiola: “Al momento escludo il rinnovo”