Napoli, Spalletti si presenta: “Vorrei tenere Insigne. E la fiction su Totti…”

Luciano Spalletti, durante la conferenza stampa di presentazione al centro sportivo di Castel Volturno, ha prima di tutto ringraziato l’ex tecnico del Napoli, Rino Gattuso:

Gattuso ha fatto un lavoro splendido, gli do merito. Poi è una persona che conosco bene, so quali sono i suoi credo calcistici. È una persona passionale che ci mette sentimento. È un allenatore che sa il fatto suo.

Spalletti ha anche risposto ad una domanda sulla serie tv, su Francesco Totti, nel quale si mette in luce il suo controverso rapporto con il numero 10 della Roma.

Prima di tutto sono felice di aver dato la possibilità di fare una fiction. Ma potevano parlare di altro perché avevano contenuti su di lui. Mi dispiace che non abbia avuto un grande successo e ricevuto delle critiche, se me lo avessero detto io un paio di scene ce le avevo così si completava quello che era l’audience. Non voglio evitare di parlare di Totti, poi ci sarà spazio delle cose meno importanti, adesso alleno il Napoli e parlo di Napoli e dei calciatori del Napoli.

Napoli, Spalletti si presenta: “Vorrei tenere Insigne. E la fiction su Totti…”

A una domanda su Emerson Palmieri, che sembra essere tra gli obiettivi di mercato del Napoli, Spalletti ha risposto così:

Complimenti a Emerson Palmieri per l’Europeo? È una domanda alla quale non posso rispondere questa qui. Ma questa cosa può essere sia possibile che sia accaduta. Lorenzo Insigne? Ci ho parlato al telefono gli ho fatto i complimenti dopo un gol fatto in Nazionale e ho detto che mi farebbe piacere fare questo percorso con lui al mio fianco. Poi le cose le andremo ad analizzare quando torna.

Embed from Getty Images

Poi sulle tattiche:

Il 4-2-3-1 è la base. Poi naturalmente se si parla di calcio attuale, quelle più brave hanno sempre fatto vedere la qualità dei calciatori, sono sempre loro che contano e fanno la differenza. Poi, oltre il 4-2-3-1, ci si modella con il possesso palla. Questi tutte oggi vanno ad occupare queste due piazzole sulla linea difensiva avversaria, aperti a destra e a sinistra per minare la struttura difensiva degli avversari. E poi quello che hanno detto le novità degli ultimi tempi, si va alla ricerca di questo spazio in trequarti anche senza preoccuparsi della palla.

Roma, ecco Mourinho: “Altri vincono Scudetti senza pagare gli stipendi…”

Thiago Motta

Serie A, Spezia ufficializza Thiago Motta in panchina: triennale per lui