Parma, primo positivo al Covid-19 del post lockdown

Esattamente un mese dopo la ripartenza del calcio italiano arriva il primo, nuovo caso di Covid-19 in una squadra di Serie A. Si tratta di un membro del gruppo squadra del Parma, non un calciatore ma una persona dello staff:

L’ultima serie di esami ha evidenziato un caso di positività al Covid-19 relativamente a un membro (non calciatore) del gruppo squadra. Il soggetto completamente asintomatico è stato prontamente isolato secondo le direttive federali e ministeriali.

Embed from Getty Images

La società emiliana comunica altresì che:

Tutti gli altri membri del suddetto gruppo squadra sono risultati negativi ai test Covid-19 e hanno iniziato l’isolamento presso il Centro Sportivo ma potranno continuare regolarmente l’attività, costantemente monitorati secondo il protocollo vigente.

La positività al Covid-19 resa nota oggi dal Parma Calcio 1913, e che riguarda un membro non giocatore dello staff crociato, è il terzo caso riscontrato all’interno del club emiliano.

Parma, primo positivo al Covid-19 del post lockdown

Alla ripresa degli allenamenti dopo il lockdown erano infatti risultati positivi ad uno dei due tamponi effettuati due giocatori della rosa di Roberto D’Aversa. I due tesserati avevano regolarmente osservato la quarantena e, dopo nuovi test erano rientrati regolarmente in gruppo perché divenuti completamente negativi. Fra i due casi e quello riscontato oggi non ci sarebbe quindi alcuna correlazione.

Dell’argomento ha parlato anche il tecnico del Parma Roberto D’Aversa nella conferenza stampa alla vigilia della partita con il Bologna:

È venuto fuori un caso di positività però per fortuna la persona è asintomatica. La cosa importante è che stia bene. Adesso seguiremo il protocollo. Effettueremo dei tamponi, resteremo in ritiro e successivamente vedremo.

Con le nuove regole avallate dal Comitato tecnico scientifico e dal Governo, il match di domani contro il Bologna, in programma alle 19.30 al Tardini e valido per la 32^ giornata, non è a rischio. Il nuovo protocollo della Federcalcio prevede infatti la possibilità per le squadre di proseguire gli allenamenti e giocare anche le partite, pur sotto stretto controllo medico.

Nel dettaglio, tutto il gruppo squadra del Parma è già in ritiro e rispetterà la quarantena di 14 giorni, continuando a sottoporsi ai test. I tamponi saranno effettuati non più soltanto ogni quattro giorni, ma anche la mattina delle partite, con risposte entro 4 ore per permettere poi lo spostamento dei giocatori e la regolare disputa delle gare.

Premier League, frenata Chelsea nella corsa per la Champions

Formula 1, Hamilton pole sotto la pioggia nel Gp di Stiria