Intervista a Pioli

Pioli: “Confronto Ibrahimovic-Gazidis è servito”

Il confronto di ieri tra Gazidis e una parte dello spogliatoio, capitanato da Ibrahimovic, è stato “chiaro e diretto” ed “è servito”. Lo ha raccontato direttamente l’allenatore del Milan, Stefano Pioli, convinto sia stata “la cosa migliore da fare” anche di fronte a “idee molto diverse”.

Il tecnico ha parlato alla vigilia della sfida di Coppa Italia contro la Juventus:

Il nostro obiettivo è riportare il Milan in Europa. Abbiamo due strade da percorrere il campionato e la Coppa Italia. La prima occasione ci viene dalla Coppa e siamo concentrati su questo.

Embed from Getty Images

Poi ha proseguito nel suo ragionamento:

In questa stagione abbiamo affrontato la Juve due volte e sono sempre state partite difficili sia per noi ma anche per loro, e in entrambe le occasioni siamo usciti dal campo noi con qualche rimpianto in termini di risultato. Se loro hanno trovato la stoccata giusta nel momento giusto nelle prime due partite, adesso dovremo essere bravi a trovarla noi.

Milan, Pioli presenta la sfida con la Juve

Secondo Pioli sarà una sfida che inizierà alla pari:

Noi abbiamo lo svantaggio del risultato ma abbiamo le qualità per giocarci la nostra partita. Riprendere a giocare è la cosa più importante e bisogna farlo in sicurezza, questo e ovvio. Noi del Milan siamo sempre stati molto attenti e favorevoli alla ripresa del campionato. L’assenza dei tifosi è un danno enorme ma in questo momento è anche il male minore, non si può fare altrimenti.

In conclusione l’allenatore del Milan parla del suo futuro e dell’ombra di Rangnick, spostando il focus sul finale di questa stagione:

“Nelle mie esperienze precedenti difficilmente a 14 partite dalla fine della stagione sapevo già quale sarebbe stato il mio futuro professionale. Il mio unico pensiero in testa è dare il massimo per questa stagione dove abbiamo ancora obiettivi importanti.

Calendario MotoGP

MotoGP, il nuovo calendario ufficiale

Cover Milan Juventus

Coppa Italia, le quote dei bookmakers: i favoriti