Ribery: “Voglio vincere qualcosa con la maglia della Fiorentina”

Queste le parole d’affetto di Franck Ribery nei confronti della Fiorentina e dei suoi tifosi:

Io mi alleno e mi diverto come il primo giorno. Non sono affatto stanco di quello che faccio, per me il calcio, oltre che un lavoro, è divertimento e passione. Un sogno nel cassetto? Sarebbe bello regalare un trofeo anche ai tifosi viola, che voglio ringraziare per il grande affetto che mi hanno regalato. Mi auguro che presto possano tornare allo stadio.

In un’intervista a “La Gazzetta dello sport” il fuoriclasse francese fa un bilancio della prima stagione italiana e rinvia il ritiro:

Finché avrò voglia e le giuste motivazioni e il mio fisico continuerà a reggere vorrei continuare. Futuro in panchina? Ci penserò quando sarà il momento.

Embed from Getty Images

Ribery fissa i prossimi obiettivi con la Fiorentina:

Penso che già in questa stagione avremmo potuto fare un pò di più. Al momento non siamo a livello delle big, ma con due o tre grandi calciatori e la crescita dei giovani credo che potremmo toglierci belle soddisfazioni molto presto. Commisso e la sua famiglia sono bravissime persone, Rocco ha grande carisma e un entusiasmo trascinante: è un riferimento importantissimo per noi.

Ribery vuole un trofeo con la Fiorentina

Franck Ribery ha speso parole dolci anche per i suoi compagni, in particolare per i giovani:

Castrovilli è molto forte, sicuramente è stato utile per lui fare esperienza in Serie B. Ha grande umiltà, ma deve continuare a lavorare, solo cosi’ potrà togliersi le soddisfazioni che merita. Chiesa ha caratteristiche fisiche e tecniche straordinarie, può essere utile in più zone del campo a seconda delle esigenze. Per quanto riguarda il suo futuro vale lo stesso discorso fatto per Castrovilli: Federico è giovane e deve pensare solo a lavorare e crescere, le qualità ci sono e con il sacrifico potrà raggiungere i risultati che desidera. Cutrone e Vlahovic? Sono giovani, ambiziosi e hanno una gran voglia di migliorarsi: possono diventare entrambi calciatori importantissimi per la Fiorentina.

Ribery si è poi soffermato sul campionato italiano, partendo dalla Juventus vicina a vincere l’ennesimo scudetto e poi pronta a concentrarsi sulla Champions:

Se può vincere in Europa? Non saprei, veramente. La Juve è una squadra molto forte ma in Europa non è mai facile, poi quest’anno ci sono ancora più incognite del solito. Ci sono squadre molto forti, come Real, City e ovviamente il Bayern. Ronaldo? Di lui mi colpisce la grandissima fame: ha sempre voglia di migliorarsi, cerca sempre nuove sfide, non si accontenta mai, né in allenamento né in partita, è questo che fa la differenza. Anche Ibra, come Ronaldo o Messi ad esempio, vive per il calcio. Si diverte in quello che fa ed è spettacolare, da lui ci si aspetta sempre una giocata, un numero ed è sempre capace di fare la differenza, di trascinare i compagni. È un motivatore eccezionale oltre che un calciatore eccezionale.

Verso la partita con l’Inter

Stasera invece la Fiorentina è attesa dall’esame sul campo dell’Inter:

La squadra nerazzurra ha un organico molto forte, fatto di campioni, ma noi fuori casa abbiamo fatto buone prestazioni, siamo sereni e possiamo fare una bella partita. E io ho già segnato sia a San Siro che all’Olimpico. Se Lautaro Martinez vale 110 milioni? È un calciatore fortissimo, ma è solo la sua seconda stagione in Europa. Bisogna vedere cosa dirà il mercato ma non so se le cifre del post Covid potranno essere equiparate a quelle precedenti. Eriksen? È arrivato da pochissimo in Italia, quando si sarebbe dovuto adattare è dovuto stare tre mesi fermo per il Covid. Il calcio italiano è difficile: con il tempo dimostrerà tutto il suo valore.

Infine un’idea sul Var:

Un passo in avanti dal punto di vista tecnologico ma bisogna ancora assestarlo del tutto, di certo può essere migliorato. Ad esempio si potrebbe dare la possibilità anche alle squadre di chiamarlo in determinate occasioni.

MotoGp, Valentino Rossi: “Vogliamo tornare a essere forti”

Lionel Messi Quiz

Il quiz definitivo su Lionel Messi: sai tutto sulla Pulce del Barcellona?