Roma, Mkhitaryan: “Per lo Scudetto dovranno vedersela con noi”

Henrikh Mkhitaryan si appresta a cominciare la sua terza stagione in giallorosso e sente che è arrivato il momento di vincere qualcosa:

Il campionato sarà molto equilibrato, ci sono diverse squadre attrezzate per vincere. È difficile per tutti. Noi abbiamo una buona squadra, sappiamo dove vogliamo arrivare. Senza fare proclami penso solo alla prossima partita, l’amichevole con il Siviglia. Ma chi punta a vincere lo scudetto deve fare i conti con la Roma. Vogliamo fare cose concrete, non mi piace sognare.

L’armeno mette in chiaro gli obiettivi in un’intervista al ‘Corriere dello Sport’:

Quando giochiamo una competizione, qualsiasi essa via, l’obiettivo per me è sempre quello di vincere. Se giochiamo a pallone è un conto, ma io gioco sempre per vincere. Non ho mai giocato per divertirmi e basta. Senza i trofei alla fine della carriera non ti resta niente. Io e i miei compagni vogliamo vincere per restare nella storia del club.

Embed from Getty Images

Roma, Mkhitaryan: “Per lo Scudetto dovranno vedersela con noi”

In realtà la permanenza a Roma di Mkhitaryan è stata in bilico:

Non ho avuto dubbi, ma volevo avere la testa fresca per prendere la decisione migliore per me. Avevo avuto delle offerte, in Italia e all’estero, ma la decisione più giusta è stata quella di restare alla Roma.

E da quest’anno ci sarà in panchina Mourinho, col quale Mkhitaryan ha già lavorato, non senza qualche screzio, a Manchester:

Quello che è successo a Manchester rimane a Manchester. Noi abbiamo parlato da persone mature, tutti e due vogliamo andare per la stessa strada, tutti e due vogliamo vincere qualcosa per la Roma. L’unica cosa che conta quest’anno. Per Mourinho conta solo vincere. Lo scorso anno ci sono state partite in cui giocavamo benissimo e alla fine perdevamo. È meglio giocare male e portare a casa i tre punti, il contrario a me non piace. È successo spesso lo scorso anno, mancava qualcosa, alla fine abbiamo pagato per una questione di dettagli.

Milan, Bennacer positivo al Covid-19: il comunicato rossonero

Tokyo 2020, Guido Migliozzi ci crede: il sogno medaglia è vivo