Dazn Serie A
Dazn Serie A

Serie A, diritti tv: l’esito dell’incontro di DAZN con il governo

A seguito delle numerose polemiche che hanno riguardato DAZN negli ultimi giorni, rappresentanti della piattaforma che detiene i diritti della Serie A sono stati convocati dal ministro Giorgetti. Ecco l’esito dell’incontro nella nota pubblicata dall’emittente:

Al termine dell’incontro con il Ministro Giancarlo Giorgetti e la Sottosegretaria Onorevole Anna Ascani,  DAZN ribadisce il suo massimo impegno nel percorso intrapreso quando, alla fine di marzo 2021, sono stati assegnati i diritti per la trasmissione del campionato di calcio di Serie A.

Impegno che, nei mesi successivi, si è concretizzato in una serie di importanti investimenti già realizzati e che saranno ulteriormente incrementati nel corso delle prossime stagioni.

Al di là dell’investimento iniziale complessivo di 2.4 miliardi di euro per le tre stagioni, per la trasmissione della Serie A, DAZN ha intensamente lavorato sullo sviluppo della parte tecnologica, a beneficio dell’intero Paese, potenziando attraverso DAZN Edge le infrastrutture presenti,  e, a vantaggio della qualità del servizio, ottimizzando la ricezione delle immagini.

Questo lavoro che, solo per questa prima stagione, ha già visto un investimento di oltre 10 milioni di euro, sarà ulteriormente potenziato nel corso delle prossime stagioni.

Embed from Getty Images

Serie A, diritti tv: l’esito dell’incontro di DAZN con il governo

La nota prosegue:

A riprova di ciò, è già stato annunciato che entro la fine di Novembre sarà disponibile ed entrerà in funzione il FULL HD, 1080P. Questa assicurerà una maggiore definizione delle immagini. Sul tema qualità, inoltre, l’azienda si impegna a proseguire e accelerare lo sviluppo del Multicast, che porta ad una riduzione del buffering – il rallentamento dell’immagine –  di oltre il 50%.

Naturalmente tutto questo a beneficio del cliente e delle sue esigenze a cui DAZN è da sempre estremamente attenta.

A questo riguardo è utile ricordare che, in occasione dell’incidente del 23 settembre 2021, di cui da subito l’azienda si è assunta la responsabilità, sono stati previsti ed effettuati rimborsi, per una cifra complessiva pari a 10 milioni, per una mensilità a tutti i clienti impattati. Modalità di azione già dimostrata dall’azienda in passato e pronta a ripetere in futuro, qualora dovessero ripresentarsi problemi di sua diretta responsabilità.

Nel percorso di attenzione al consumatore, inoltre, DAZN è pronta a sviluppare e potenziare ulteriormente il Customer Service. Sia dal punto di vista tecnico che con operatori, per assicurare sempre massima reattività e attenzione alle richieste dei propri clienti.

Da ultimo, nel corso dell’incontro, è stato ribadito che non saranno posti in essere cambi nell’utilizzo del servizio nel corso di questa stagione. E che ogni tipo di modifica sarà comunicata in maniera chiara e trasparente e nei tempi congrui.

DAZN auspica che possano esserci ulteriori occasioni di confronto con il Ministro, le Istituzioni e le Autorità, con l’obiettivo di sviluppare nel modo giusto temi di interesse collettivo.

Lazio, Immobile non ce la fa: contro la Juve. A rischio anche Pedro

Fiorentina, problemi in difesa per Italiano: si ferma anche Nastasic