Parma, Liverani
Parma, Liverani

Serie A, settimo contagiato nel Parma: a Udine solo i negativi

Problemi a non finire per il Parma, che a poche ore dal suo match con l’Udinese comunica di avere il settimo contagiato. Il club fa sapere infatti che l’ultimo ciclo di tamponi molecolari eseguiti ieri sera a Udine ha dato esito negativo per tutti i componenti del gruppo squadra, tranne che per un atleta, asintomatico, “prontamente isolato”.

Il Parma comunica anche che “l’esito dei tamponi molecolari consentirà, pertanto, l’accesso allo stadio e la disputa della gara solo ai soggetti risultati negativi ai test, nel rispetto del protocollo Figc, del Cts e della Circolare del Ministero della Salute”.


Negli ultimi giorni erano inizialmente emersi i primi 4 casi, poi nella giornata di ieri se ne erano aggiunti altri due, prima di partire per la trasferta di Udine. Udinese-Parma è in programma oggi alle 18, ma nonostante tutte queste defezioni nel gruppo squadra del club emiliano il match (al momento) sarà regolarmente giocato.

Embed from Getty Images

Serie A, settimo contagiato nel Parma: a Udine solo i negativi

L’amministratore delegato della Lega Serie A Luigi De Siervo, si è espresso su casi covid nei gruppi squadra, con particolare riferimento:

La situazione che stanno affrontando le nostre società conferma che l’unico modo per portare a compimento la stagione è attenersi al protocollo. Il caso Parma è emblematico di come sia necessario seguire le indicazioni previste per la disputa delle partite. Voglio fare i complimenti alla società, al medico e a tutto lo staff per la serietà con la quale stanno gestendo i casi covid all’interno del gruppo squadra. L’Asl di Parma è stata molto scrupolosa nel suo operato e nel rispetto del protocollo e quanto deciso è l’unica via per giocare e tenere in piedi tutto il sistema calcio italiano.

Crotone, Simy in gol contro la Juventus

Crotone, Simy: dal gol alla Juve alle lacrime per la Nigeria

Wanda Nara punge l'Inter

Wanda Nara punge l’Inter: “Congratulazioni agli amici del Milan…”