Pippo Inzaghi: “Con il Benevento siamo già promossi”

Pippo Inzaghi, allenatore del Benevento, è intervenuto su Instagram nell’ormai classica diretta del lunedì sera con Pierluigi Pardo per parlare del momento legato alla pandemia di Covid-19 e non solo:

Sto cercando di staccare un po’, altrimenti la mia fidanzata mi ammazza che le faccio sempre vedere partite: pensate che l’altra sera ho riguardato la finale del Torneo di Viareggio Milan-Anderlecht quando ero allenatore della Primavera rossonera. Milan-Liverpool del 2007? Rivista 100 volte.

Super Pippo, come sempre, ha speso anche belle parole per suo fratello Simone, che al momento della sospensione dei campionati era secondo in classifica a un solo punto dalla Juventus capolista. Loro due si sentono continuamente e il tecnico del Benevento non nasconde di studiarlo molto da vicino:

Da mio fratello Simone c’è solo da imparare, è un modello per ogni allenatore a livello europeo.

Embed from Getty Images

Serie B, il Benevento pronto a festeggiare

Pippo poi non vede l’ora di riprendere il campionato di Serie B, anche perché con il Benevento sarà praticamente impossibile non tagliare il traguardo del ritorno in A:

Con tutti i punti di vantaggio che abbiamo in classifica con il Benevento, qualora si riprendesse non ci saranno problemi per la promozione: i ragazzi hanno vinto 21 partite su 28, qualsiasi di straordinario, sono delle persone incredibili.

Difficile dargli torto. Il Benevento in questo campionato di Serie B stava viaggiando a una media impressionante, superiore anche a quella tenuta dalla Juventus nella sua esperienza in cadetteria post-calciopoli. Miglior attacco con 54 gol segnati, miglior difesa con appena 15 reti subite, 20 punti di distacco dal Crotone secondo in classifica e ben 22 dalla terza (il Frosinone). Insomma, solo un suicidio sportivo potrebbe evitare ai campani di tornare in Serie A. Sarà sufficiente che il campionato riprenda e la squadra di Pippo Inzaghi farà la sua passerella verso la promozione. Ecco perché l’allenatore non aspetta altro.

Quello che non sai su Robert Lewandowski

Quello che non sai su Paul Pogba