Balata, presidente Serie B
Balata, presidente Serie B

Serie B, le date della stagione 2020/2021: 8 infrasettimanali

Otto turni infrasettimanali e tutti in campo durante le feste di Natale e poi a Pasquetta. A poche ore dalla compilazione del calendario 2020-21, la serie B comincia a prendere forma. Il via è previsto sabato 26 settembre, con un anticipo il giorno prima, mentre la regular season si chiuderà venerdì 7 maggio 2021 per permettere la disputa dei playoff e playout primo del ritiro delle nazionali.

Si gioca anche a Pasquetta lunedì 5 aprile. Confermato il format natalizio della Serie B, diventato ormai un appuntamento fisso particolarmente apprezzato in termini di spettacolo sportivo e di visibilità: in campo il 27, il 30 dicembre e il 3 gennaio, poi si ritornerà a giocare il 16.

Come richiesto dai presidenti delle società di Serie B sarà rispettata la sosta delle nazionali anche visti i numerosi giocatori convocati durante questi impegni. Otto gli infrasettimanali, il primo dei quali il 20 ottobre: 15, 22 e 30 dicembre, 9 febbraio, 2 e 16 marzo, 20 aprile gli altri.

Embed from Getty Images

Serie B, le date della stagione 2020/2021: 8 infrasettimanali

La cerimonia è stata organizzata nel pieno rispetto delle misure anti-covid, trasmessa da Dazn e Rai. Ha contato sul palco ospiti d’onore come Cristiano Militello, che ha raccontato i tifosi della Serie B. Presente Monica Fontani, la moglie di Gigi Simoni il tecnico più vincente del campionato cadetto.


Queste le parole del presidente della Serie B Mauro Balata:

Siamo sempre di più ‘il Campionato degli italiani’ e lo possiamo dire non solo per la distribuzione territoriale assolutamente uniforme in tutto il Paese ma perché rappresentiamo il cuore delle comunità, non solo sportive, e il punto di riferimento di famiglie, che affidano i propri figli alle nostre società che hanno una responsabilità non solo di crescita atletica ma soprattutto educativa. Siamo anche guida talvolta di un intero territorio, per far crescere l’indotto economico che il calcio genera, per la propria immagine all’esterno o anche semplicemente per promuovere un progetto solidale. Prendete ad esempio l’immane emergenza e tragedia che abbiamo affrontato negli scorsi mesi e che speriamo di non dover più fronteggiare almeno con la stessa drammaticità, quella del Covid. Le nostre società sono diventate in tantissimi casi il punto di partenza per iniziative di sostegno alla popolazione.

Atalanta, Gewiss Stadium

Atalanta, preso Piccini. E la Champions la giocherà a Bergamo

Zaniolo, il ginocchio fa crack: seconda rottura del legamento crociato

Zaniolo, la mamma: “Ha pensato di smettere con il calcio”