Simeone trascina il Verona, Tudor: “Obiettivo salvezza raggiunto”

Il ritorno del Cholito si sente. Simeone è ormai l’incubo del Venezia. All’andata una sua doppietta aveva contribuito alla grande rimonta per un pirotecnico 4-3 finale. E nella sfida del Bentegodi è ancora l’attaccante argentino a far piangere i lagunari con una tripletta di grande autorità. Dopo il 3-1 a Venezia del suo Verona Igor Tudor è visibilmente soddisfatto:

Questo è un bel Verona, una squadra davvero forte. Mi dicono che abbiamo raggiunto la salvezza e sono contento, fa piacere averla raggiunta con così largo anticipo. Siamo tutti contenti anche per Simeone, un giocatore a cui mancava da tempo il gol. Questi colpi ce li ha, si allena sempre alla grande e fare tre gol in Serie A non è da tutti.

Embed from Getty Images

E adesso c’è spazio per nuovi obiettivi:

Provare a fare più punti possibile. Sono contento per Coppola. Ha vent’anni, ha giocato contro Henry a tutto campo e se l’è messo in tasca.

Simeone trascina il Verona, Tudor: “Obiettivo salvezza raggiunto”

Umore diverso in casa veneziana. Paolo Zanetti è lapidario:

C’è molta delusione e rabbia, nel secondo tempo la prestazione non è stata degna, nel primo tempo abbiamo fatto una buona gara, ma senza concretizzare. Nella ripresa ogni volta che abbiamo perso palla ci hanno fatto male, questo è il Verona, abbiamo perso diversi duelli, commettendo errori tecnici banali, sicuramente non abbiamo gestito bene diverse situazioni. Abbiamo il dovere di ricompattarci subito e pensare al futuro, è ancora tutto aperto e abbiamo una gara in meno. La storia la possiamo ancora scrivere, non siamo probabilmente ancora all’altezza di queste squadre, il campo dice questo, dobbiamo però restare sul pezzo e non demoralizzarci.

Juventus, immenso Vlahovic: “Questa squadra unita può fare tutto”

Ucraina, Svitolina: “Tutti i miei premi in supporto del mio Paese”