Torino, Juric contro Cairo: “Scelta austerity, ma io non sapevo niente”

Quando gli è stato chiesto di paragonare le strategie sul mercato di Torino e Fiorentina ,l’allenatore dei granata Ivan Juric non ce l’ha fatta a essere diplomatico. Il tecnico ha puntato il dito verso il suo presidente Urbano Cairo, colpevole di non essere stato chiaro con lui:

Sono due situazioni diverse. La Fiorentina negli ultimi due anni ha fatto meglio, e le strade che i due club hanno preso sono differenti. La Fiorentina investe tanti soldi e riconferma giocatori forti come Vlahovic e Milenkovic anche attraverso rinnovi dei contratti importanti. La mia società invece ha preso la strada dell’austerity: tagliare i costi in ogni modo a prescindere dalla forza di una squadra che arriva da due stagioni nelle quali si è salvata alla fine. Legittimo, visto che negli ultimi due anni ha perso molti soldi. Ci sta. L’unico problema è che io e il mio staff non eravamo a conoscenza di questa austerity: tagliare tutto e tutti.

Embed from Getty Images

Torino, Juric contro Cairo: “Club ha scelto austerity, ma io non sapevo niente”

Juric ha continuato:

Sono rimasto sorpreso da questo modo di fare. Poi è legittimo, la società ha perso tanti soldi sia per i risultati, sia per il Covid, sia per gli investimenti sbagliati sui giocatori. Nessuno ci ha detto niente, non ne eravamo a conoscenza, però è molto stimolante. E’ la sfida più stimolante che ho mai avuto, fare meglio degli ultimi due anni con una squadra che ha perso calciatori importanti, che vuole rilanciare giocatori che erano in prestito, far rendere elementi che negli ultimi due campionati hanno fatto male. E’ una sfida allucinante. Ecco, la situazione è questa: la accetto, ma non ne ero a conoscenza.

Ivan Juric ha commentato anche l’arrivo di Pobega in prestito secco:

E’ un ragazzo che arriva in prestito secco, senza nessun diritto. Avevamo bisogno di un giocatore di questo tipo, e quando la situazione è questa accetti anche i compromessi, per quanto non sia bello lavorare per un’altra società. Per quanto riguarda le sue caratteristiche è un centrocampista totale, molto giovane. Nello Spezia ha giocato e non giocato, però ci darà una bella mano. Può giocare sia da mezzala che più avanti.

Real Madrid su Mbappé

Calciomercato, ultimatum del Real Madrid a Psg e Mbappé

Roma, Mourinho: “Lotta Scudetto aperta? Domandatelo a Inzaghi”