WWE Extreme Rules 2021, tutti i risultati dei match del PPV

Con Extreme Rules 2021 la WWE è pronta a tornare in azione e lo farà direttamente dalla Nationwide Arena di Columbus, Ohio.

WWE Extreme Rules 2021
WWE Extreme Rules 2021

Sarà la 13esima edizione, la prima che si terrà a settembre. L’evento in realtà era originariamente previsto per il 18 luglio presso il SAP Center di San Jose, in California, ma è stato rinviato e trasferito a causa di problemi derivanti dalla pandemia di Covid-19 nel 2020. Dopo “The Horror Show at Extreme Rules” dell’anno scorso, il PPV è tornato al suo nome originale.

WWE Extreme Rules 2021, tutti i risultati dei match del PPV

Extreme Rules 2021 si terrà stanotte a partire dalle 2, e sarà visibile esclusivamente sul WWE Network, la piattaforma di streaming ufficiale della compagnia di Vince McMahon. Un’ora prima ci sarà invece il kickoff dello show, visibile come sempre gratuitamente qui di seguito.

Proprio nel kickoff, una lite scoppiata nel backstage porta all’ufficializzazione di un altro match per la serata: Big E, Kofi Kingston e Xavier Woods se la vedranno con Bobby Lashley, AJ Styles e Omos.

Sempre nel kickoff va in scena anche il primo match, Carmella contro Liv Morgan. Carmella è partita alla grande, maltrattando Morgan sul ring. Morgan ha continuato a provare a contrattaccare, ma Carmella ha continuato a mantenere il controllo fino a quando il match non è uscito dal ring ed è riuscita a spingere Carmella sul tavolo degli annunci. Dopo aver riportato l’incontro sul ring, Morgan è andata a segno con la sua Oblivion ed è andata a raccogliere una grande vittoria che dovrebbe metterla in fila per essere una futura sfidante per il titolo a SmackDown.

The New Day vs. Bobby Lashley, AJ Styles e Omos

Si parte con il match nato nel backstage durante il kickoff. Un po’ di chiacchiere da parte di Styles hanno portato Big E sul ring per approfittarne brevemente prima che Lashley iniziasse a dominare l’incontro. Kingston è stato tagliato fuori quando ha cercato – senza riuscirci – di farsi strada attraverso il duo potente composto da Lashley e Omos. Kingston ha sofferto molto quando Lashley si è assicurato di non concedergli il tag a Big E, eliminando gli uomini sull’apron prima di intrappolare Kingston nell’angolo ancora una volta prima di un hot tag a Xavier Woods, con Woods che ha fatto una breve corsa prima che un powerslam di Lashley gli permettesse di riprendere il controllo. Alla fine Woods è stato in grado di raggiungere il Big E, con il campione WWE che ha eliminato Omos e Lashley sul ring prima di concentrare il suo attacco su Styles. E il New Day si è preso così la vittoria, con il campione WWE che ha schienato Bobby Lashley.

The Usos (c) vs. Street Profits

SmackDown Tag Team Championship Match

Montez Ford è con le costole fasciate per l’attacco post-match subito da Roman Reigns a SmackDown, ma ha mostrato un po’ di fuoco nell’iniziare la sfida agli Usos in anticipo prima che un blind tag permettesse agli Usos di avere un vantaggio iniziale. Ford è stato finalmente in grado di dare l’hot tag ad Angelo Dawkins, con Dawkins che ha iniziato a correre prima di chiamare in causa Ford di nuovo. I tag sono continuati fino a quando Ford è tornato sul ring con un grande Frog Splash, sul quale Jimmy Uso ha alzato le ginocchia contrastando il volo. Dawkins ha effettuato un salvataggio da un doppio superkick, ma alla fine gli Usos hanno colpito un doppio splash che ha consentito di vincere e mantenere i titoli di coppia di SmackDown a Extreme Rules 2021.

Charlotte Flair (c) vs. Alexa Bliss

Raw Women’s Championship Match

Bliss è partita bene, eliminando Flair all’esterno del ring con un tuffo, solo per far tornare Flair con un assalto che includeva sbattere ripetutamente la testa di Bliss. Bliss ha cercato di rispondere al fuoco, ma Flair l’ha lasciata cadere sull’imbottitura a bordo ring dopo aver spinto la sfidante contro la barricata a bordo ring. Bliss e Flair si sono scambiate vari tentativi di schienamento dopo un moonsault di Flair.

Bliss ha risposto al fuoco con diverse cadute ravvicinate anche dopo un grande DDT in cui Flair ha messo il piede sulla corda inferiore, salvandosi. Flair ha afferrato Lilly e ha lanciato la bambola a Bliss per permetterle di colpire con un Big Boot e poi con la Natural Selection, che è valsa lo schienamento e la conferma del titolo. Dopo il match, Flair ha ridotto in mille pezzi Lilly.

Damian Priest (c) vs. Sheamus vs. Jeff Hardy

United States Championship Triple Threat Match

Sheamus ha eliminato Hardy nel momento in cui il match ha iniziato rapidamente a suddividersi in uno contro uno con il campione. Hardy ha rapidamente ritrovato la strada per il match quando è scoppiato il caos a bordo ring con tutti e tre gli uomini che hanno avuto momenti in cui poter eliminare gli altri. L’azione ha continuato a oscillare selvaggiamente, prima che Hardy colpisse con un Whisper in the Wild entrambi gli uomini, per una caduta quasi su Sheamus. Hardy alla fine è andato sulla corda più alta nel tentativo di colpire Priest con una, ma Sheamus lo ha spinto prima di colpire il proprio Jumping Knee per un conto di due. Hardy alla fine è andato a segno con la Swanton, usando la mossa per interrompere uno schienamento del campione su Sheamus. Dopo una serie di grandi mosse da parte di tutti e tre gli uomini, Damien Priest ha capovolto Sheamus con uno schoolboy pin per segnare la vittoria e mantenere la sua cintura.

Becky Lynch (c) vs. Bianca Belair

SmackDown Women’s Championship Match

Becky Lynch ha allungato la mano per una stretta di mano prima dell’incontro come ha fatto per settimane prima di provare a intrufolarsi in un Manhandle Slam, sfiorando però di ricevere il Kiss of Death di Bianca Belair. Quest’ultima ha messo Lynch sulla difensiva con un grande slam e uno splash, Becky ha usato i capelli di Bianca per prendere il sopravvento.

Entrambe le donne sono andate avanti e indietro con cadute ravvicinate prima di uscire dal ring dove Lynch è stata in grado di contrastare uno slam di Belair per sbattere la sfidante sui gradoni del ring. Lynch ha provato più volte a bloccare il braccio di Belair, ma lei ha reagito e ha colpito una grande spinebuster valsa un conteggio di due. Belair ha continuato a contrattaccare fino a quando non si stava preparando per il Kiss of Death, ma a quel punto si è imbattuta in uno spintone di Sasha Banks che ha portato alla squalifica. Becky ha fatto un cenno di ringraziamento a Banks, che però l’ha attaccata, stendendo entrambe le donne e mettendosi in posa con il titolo.

Roman Reigns (c) vs. Finn Bálor

Extreme Rules Universal Championship Match

Balor è uscito velocemente e ha graffiato gli occhi e la faccia di Reigns all’inizio, approfittando della mancanza di regole dell’Extreme Rules Match. Reigns è stato veloce a scivolare fuori dal ring e ad afferrare un bastone da kendo, ma Balor ha fatto altrettanto e si è preso un fascio di diversi bastoncini, che ha usato per logorare Reigns con diversi colpi alla parte centrale. Una sedia è stata introdotta nel match, con Balor che è riuscito a usarla contro Reigns prima di portare il campione a bordo ring e spingerlo sui gradoni d’acciaio. La rissa è finita nel pubblico, con Reigns, un sopravvissuto alla leucemia, che indossava una maschera mentre continuava ad assalire Balor tra la folla.

Così Balor è stato in grado di recuperare lo slancio mentre il match tornava sul ring, allestendo un tavolo. È stato lui, tuttavia, che è stato spinto attraverso il tavolo con una Super Slam valsa un conto di due. I due uomini si sono scambiati colpi prima che Reigns colpisse con un Superman Punch per sfiorare la vittoria. Reigns ha optato per una Spear, venendo contrastato dal demone, che ha cercato di allineare un dropkick che si è però trasformato in una Spear subita. Finn è riuscito a colpire il Coup de Grace ma gli Usos sono entrati per rompere il conteggio di tre, tirando Balor fuori dal ring e assestando un doppio superkick. Balor ha reagito, lanciadno Jey Uso attraverso il tavolo di commento con una Powerbomb prima che Reigns lo colpisse una spear attraverso la barricata a bordo ring.

Le luci si sono spente e il suono di un battito cardiaco e la musica di Balor lo hanno fatto miracolosamente rialzare in piedi e lanciare Reigns attraverso un tavolo con un dropkick, ributtando il campione sul ring e preparandosi per il Coup de Grace. Peccato però che sul più bello si sia rotta la terza corda, mandando Balor a schiantarsi sul ring prima di una Spear di Reigns che è valsa la vittoria.

La Lazio vince il derby: Roma ko con Milinkovic, Pedro e Felipe Anderson

Roma, Mourinho: “Bel derby, ma arbitro e Var non all’altezza della gara”