WWE Fabian Aichner
WWE Fabian Aichner

WWE, Fabian Aichner: “2020 anno della consacrazione. Ora ho un sogno”

“Pride of Italy”, lui è l’orgoglio italiano. Fabian Aichner ha concluso il 2020 con all’attivo il suo primo titolo in WWE, l’NXT Tag Team Championship conquistato il 13 maggio (e poi perso 105 giorni dopo) insieme al tedesco Marcel Barthel, ormai suo fedele compagno di coppia.

L’italiano nato a Falzes (Trentino Alto-Adige) è stato il primo a centrare un’impresa del genere dai tempi di Bruno Sammartino, il leggendario campione che perse per l’ultima volta il suo titolo nel 1977. Aichner ha fatto un bilancio del suo 2020, ponendo gli obiettivi verso il futuro.

Per me il 2020 è stato un anno ottimo, pieno di soddisfazioni e traguardi personali. L’obiettivo per il 2021 è di performare in più match, sperando in un miglioramento della situazione globale. Vorrei rivincere l’NXT Tag Team Championship in un TakeOver: sappiamo che viaggiare e esibirsi di fronte alla gente di tutto il mondo è una delle parti principali della carriera di una Superstar. Spero di riuscirci nel 2021.

WWE Fabian Aichner
WWE Fabian Aichner

WWE, Fabian Aichner: bilancio del 2020

Falzes, piccolissimo paesino della Val Pusteria, è l’ambiente amato da Fabian, cresciuto con il mito di diventare una WWE Superstar e con l’ammirazione per Arnold Schwarzenegger, e anche per un simbolo del calcio come Gigi Buffon.:

È sempre bello tornare a casa, soprattutto a Natale… non c’è niente di meglio che questo momento per passare tempo con famiglia e amici. Ma penso che quest’anno non sia il momento giusto, ci sono troppi rischi. Detto questo, so che uno dei miei obiettivi principali è quello di esibirmi di fronte al popolo italiano, come vero portacolori nazionale. So quanta passione ha il nostro pubblico e non vedo l’ora di performare di fronte a loro.

Prima maestro di sci, ora formidabile performer del roster di NXT, Aichner parla degli highlights del suo anno:

Il 2020 ha avuto diversi momenti importanti, a partire da Words Collide del 25 gennaio. C’era ancora il pubblico in arena e l’Imperium ha battuto l’Undisputed Era partendo da una situazione di svantaggio. Io e Marcel Barthel non lo dimenticheremo mai, così come la notte che ci ha portato a vincere i titoli di coppia di NXT. Ma in generale posso essere soddisfatto perché siamo riusciti a continuare a fare ciò che amiamo, dando alla gente un piccolo break da quello che succedeva nel mondo. Anche se non vedo l’ora di ritrovare i fan nelle arene.

Formula 1, Grosjean

Formula 1, Grosjean operato alla mano sinistra: “Sto bene”

Atalanta, Gasperini e Gomez

Atalanta, caso-Gomez. Marino: “Spero possa risolversi tutto”