WWE Fastlane 2021, tutti i risultati del pay-per-view

È la notte di Fastlane 2021, ultima fermata della WWE prima di WrestleMania 37. Al Tropicana Field di St. Petersburg (Florida), le stelle di Raw e SmackDown daranno vita al PPV che precede lo Showcase of the Immortals e in cui saranno messi in palio titoli importanti.

Su tutti, ovviamente, l’Universal Championship di Roman Reigns, che se la dovrà vedere con Daniel Bryan per avere la certezza di sfida il vincitore della Royal Rumble, Edge, nel main event di WM37.

WWE Fastlane Alexa Bliss Randy Orton
WWE Fastlane Alexa Bliss Randy Orton

WWE Fastlane 2021, tutti i risultati del ppv in diretta (AGGIORNA)

Ma questo non è certo l’unico incontro in programma di una card ricca, che seguiremo come sempre in diretta scritta qui su Calcio Republic a partire da mezzanotte. Dalle 23 invece potrete seguire qui di seguito il kickoff dello show gratuitamente, in attesa dell’avvio ufficiale del ppv.

Durante il Kickoff ci viene mostrato un video in cui Shane McMahon si infortuna a un ginocchio. Questo mette a serio rischio la presenza del suo match contro Braun Strowman.

United States Championship Match – Riddle (C) vs Mustafa Ali

Riddle riesce a confermarsi campione degli Stati Uniti battendo Mustafa Ali. A fine match quest’ultimo si lamenta con la RETRIBUTION, che uno dopo l’altro decide di abbandonarlo e tradirlo.

Sasha Banks e Bianca Belair vs Shayna Baszler e Nia Jax (con Reginald)

Women’s Tag Team Championship Match – Sasha Banks e Bianca Belair sembravano sul punto di vincere, quando però un’incomprensione tra le due le ha portate a litigare sul ring: “Stavo per vincere, rookie”, ha urlato The Boss alla sua prossima sfidante a WrestleMania dopo che Nia Jax l’ha fatta cadere sopra di lei mentre aveva applicato la Bank’s Statement su Shayna Baszler. A vincere alla fine sono le campionesse in carica, ma quello che conta è che subito dopo Sasha Banks ha schiaffeggiato la compagna di squadra ingiustamente.

Big E (c) vs Apollo Crews

Intercontinental Championship Match – Big E si è confermato campione intercontinentale (per squalifica), ma l’ultima parola è stata di Apollo Crews, che ha dato vita a una violenta aggressione dopo la campana, per poi lasciare l’avversario quasi esanime sul ring.

Elias (con Jaxson Ryker) vs Braun Strowman

Visto l’infortunio di Shane McMahon, al suo posto è Elias ad affrontare Braun Strowman. Nonostante le intromissioni di Jaxson Ryker, il Monster Among Men ha ovviamente vita facile.

Seth Rollins vs Shinsuke Nakamura

Grandissimo match tra Seth Rollins e Shinsuke Nakamura, una sfida dura, tecnica e potente tra due ex campioni del mondo. Alla fine a vincere è il “Messia”.

Drew McIntyre vs Sheamus

No Hold Barred Match – Incontro come previsto durissimo, disputato più in ogni parte dell’arena e utilizzando ogni genere di oggetto contundente a disposizione. Ad avere la meglio alla fine è Drew McIntyre grazie alla sua Claymore.

Randy Orton vs Alexa Bliss

Intergender Match – Fiamme sul ring, luci che cadono dal soffitto e giochi mentali di vario genere condizionano il match, impedendo di fatto a Randy Orton di arrivare a contatto con Alexa. A dare il colpo di grazie a The Viper, poi, ci pensa il ritorno di The Fiend, in una nuova versione bruciata, che assesta la Sister Abigail e permette ad Alexa di schienare un inerme Orton.

Daniel Bryan vs Roman Reigns (c)

Universal Championship Match (con Edge Special Ringside Enforcer) – Daniel Bryan vende cara la pelle contro l’Universal Champion Roman Reigns. Lo sfidante prova a indebolire il campione alle gambe e con i suoi calci, ma lo strapotere fisico dell’Head of the Table è evidente con il passare dei minuti, sebbene la sfida rimanga sempre in grande equilibrio. Nel finale l’arbitro viene messo involontariamente KO e al suo posto sale sul ring Edge. Quando Daniel Bryan sembra sul punto di far cedere il campione, sul ring arriva Jey Uso, che attacca il vincitore dell’ultima Royal Rumble e prova a colpire con la sedia il leader dello Yes Movement!. Per lui finisce male, perché della sedia se ne impossessa quest’ultimo e la usa per colpire sia lo stesso Jey Uso, sia (per sbaglio) Edge, che poi si vendica e colpisce entrambi i contendenti, per poi andarsene. A quel punto arriva un nuovo arbitro e Roman Reigns può prendersi il conteggio di tre.

Juventus, Pirlo

Juventus, Pirlo: “Giornata storta, ma non è finita per lo Scudetto”

Il Napoli domina all’Olimpico, la Roma è ko