Ric Flair
Ric Flair

WWE Legends Night, Ric Flair: “Un onore essere considerato il migliore”

Ci sarà ovviamente anche Ric Flair nella Legends Night che si terrà nella notte italiana fra lunedì 4 e martedì 5 gennaio 2021, in onda su DplayPlus. Il Nature Boy ha parlato in conferenza stampa, definendo il concetto di Leggenda WWE e parlando uno per uno degli altri miti che lo accompagneranno in questa passerella. Si parte con Hulk Hogan:

Penso che Hulk sia uno dei due o tre ragazzi più famosi che siano mai stati in circolazione, che facciano parte o partecipino alla storia della WWE. Gli altri sono, secondo me, Steve Austin e The Undertaker. Credo che loro tre si distinguano più di chiunque altro. Ogni volta che ho avuto l’opportunità di lottare contro Hulk è stata un’opportunità di salire sul ring con l’ammiraglia della WWE. Potrei elencare anche altri quattro o cinque ragazzi, ma lui era la “gallina dalle uova d’oro” e rappresentava tutto ciò che la compagnia voleva. Non solo competeva ai più alti livelli, ma era il Re dei desideri molto prima che fosse riconosciuto pubblicamente come lo è ora. Si prendeva del tempo per i ragazzi ad ogni spettacolo. Ha lavorato sodo e ha rappresentato la compagnia. Ero entusiasta anche solo di avere l’opportunità di lavorare con lui.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RAW_LEGENDS_NIGHT
RAW_LEGENDS_NIGHT

WWE, Ric Flair nella notte delle leggende

Ric Flair passa poi a parlare di Booker T:

Beh, credo che Booker T possa lottare anche oggi. Rimane in condizioni fenomenali. Non credo che abbia infortuni, che io sappia, che potrebbero tenerlo fuori dal ring. Ha avuto una carriera fenomenale, non solo in un Tag Team con suo fratello, ma ovviamente individualmente eccelleva. Atleta e ragazzo formidabile, con un cuore d’oro. Io non ero molto presente sul ring con lui, lui era più coinvolto con Harlem Heat quando ero ancora attivo nel wrestling. Probabilmente sono stato sul ring con Booker solo una mezza dozzina di volte. È un altro ragazzo che si distingue come uno dei grandi professionisti e continua ad essere quel modello di riferimento che si ammira. Solo un grande a tutto tondo, un grande padre, un grande marito, e solo un grande uomo con cui stare sul ring professionalmente. Un grandissimo interprete.

Arriva il momento di descrivere perché Shawn Michaels debba essere considerato una leggenda della WWE?

Senza dubbio Shawn è il più grande lavoratore nella storia della nostra azienda. Penso che tutti glielo riconoscano. Mi ha condotto al mio match d’addio, non importa quante persone vogliano pensare che stessi recitando la mia parte, stavo cercando di superarlo. A quel punto della mia carriera non avevo la fiducia in me stesso che mi serviva per essere all’altezza della situazione e lui ha fatto in modo che sembrasse proprio così. Mi sono guardato indietro e negli ultimi due anni ho avuto il tempo di guardare alcuni dei match di Shawn che ha avuto mentre ero alla WCW e Shawn è un uomo di classe. Secondo me, sul ring, lui e Ricky Steamboat meriterebbero di stare in una classe da soli. Mi è sempre piaciuto stare vicino a Shawn. Per quanto riguarda un ragazzo sul ring, non credo di aver mai visto nessuno meglio di lui.

Il più grande di tutti i tempi

Inevitabile poi parlare del compagno di mille battaglie, Triple H:

Lui esemplifica ‘Leggenda’ più di chiunque altro, perché non è solo un grande artista, ha studiato il business, è uno storico. Probabilmente ne sa più di me sul business e io ci sono dentro da 30 anni più di lui. Ci è entrato con una conoscenza che non avevo mai visto in nessuno alla sua età. Era rispettoso ogni giorno ed era divertente vedere qualcuno che amava stare sul ring e che amava il business. È diventato un grande lavoratore e ha portato con sé anche questo ed è diventato una parte intricata dell’azienda. Ha realizzato tutto questo grazie ai suoi sforzi, ed è salito in un luogo dove non solo è diventato un grande lavoratore, ma ha anche contribuito a influenzare l’azienda con la crescita di NXT. Ha aiutato giovani ragazzi ad avere l’opportunità di fare il ruolino di marcia principale, lavorando con le persone su base giornaliera. Inoltre è uno dei miei due o tre migliori amici. L’ho appena visto a RAW e a TLC e ho fatto una bella chiacchierata con lui. Praticamente vive il tipo di programma che facevamo ai vecchi tempi. Non avrebbe potuto fare diversamente. Non gli mancherà nulla, e vuole sempre vedere crescere l’azienda. In realtà spero di vedergli fare un grande match d’addio, se in futuro deciderà di ritirarsi. Si merita tutto questo e tutti i riconoscimenti che gli spettano.

La più grande leggenda della WWE di tutti i tempi è però considerato da tutti lui, Ric Flair:

Anche solo essere all’interno di questa conversazione è un complimento. Ci sono così tante persone che vorrebbero quel tipo di riconoscimento. Sarei un bugiardo se non dicessi che mi è piaciuto ottenerlo. In realtà mi piace sentirlo. Sono così concentrato sulla carriera di mia figlia in questo momento, vedere cosa sta realizzando e ascendere alle enormi vette del successo nel settore. Non penso molto a me stesso ora. Avere 71 anni e discutere dell’azienda, sentirmi chiedere la mia opinione da altre persone e sapere che la mia opinione conta, questo è abbastanza gratificante. Quando vado agli spettacoli tutti i talenti mi mostrano il massimo rispetto. Sono così buoni con me, così gentili con me. Ma, alla fine della giornata, mi prendo il riconoscimento!

Charlotte e la Royal Rumble

Charlotte è tornata a TLC ed è ora WWE Women’s Tag Champion insieme ad Asuka. Cosa pensi che abbia in serbo il 2021 per Charlotte?

È senza limiti. Se non fosse mia figlia, dovrei dirle che non ho mai visto niente di simile in vita mia. Non la chiamerò “pacchetto completo”, perché questo termine è troppo usato, ma è una star. È una grande star. Secondo me la più grande stella della compagnia – e ci sono molti grandi interpreti. Sasha, ho così tanto rispetto per lei, Asuka è semplicemente fenomenale. Hanno così tanto talento in quella divisione. Vederla realizzare una cosa dopo l’altra… La sua passione e il suo amore per gli affari è incredibile. È proprio come me, è affascinata. Quando sei affascinato come me, come lei, è la tua vita. Tutto il resto viene dopo. È così devota e consapevole di essere la migliore. Vuole essere la migliore. Vuole rappresentare la compagnia. Soprattutto partecipando sul ring. Lo adora. Potrei continuare all’infinito a parlare di ciò che ha realizzato. Credo che il 2021 sarà un anno importante per lei e credo che lo sarà ancora di più per la divisione femminile.

Adesso si avvicina la Royal Rumble in programma il 31 gennaio. Ric Flair spiega quale sia il segreto per vincerla:

Il segreto è sapere dove ti trovi sul ring in ogni momento ed essere in grado di vedere cosa ti aspetta. Soprattutto se si entra presto, perché ci sono tanti grandi talenti, tante Superstar che sono qualificate e brave, e che possono vincere. A volte è la fortuna, a volte è il destino, a volte è l’abilità. Quando si hanno 30 persone sul ring in una sola volta non si può sempre dipendere dall’abilità. È essere nel posto giusto al momento giusto, essere coscienti di dove ti trovi e di chi ti sta intorno per un’ora. Non si può semplicemente andare in giro a cercare qualcuno con cui si è arrabbiati. Devi ricordare che tutti vogliono vincere. Possono essere i tuoi migliori amici cinque minuti prima dell’inizio del match, ma quando sono su quel ring, vogliono vincere. Avere quella notorietà di essere un vincitore del Royal Rumble è un soprannome enorme e qualcosa su cui ci si può cullare sugli allori per molto tempo. È una sfida enorme ed è un match molto difficile da portare a termine. C’è molta gente che vuole vincere, la posta in gioco è alta, i soldi sono alti. È un incontro importante.

WWE Wrestling Hulk Hogan

WWE Legends Night, Hulk Hogan: “Per me è come WrestleMania”

Calciomercato, Messi verso l'Inter

Barcellona, Messi compra casa a Miami: indizio verso la MLS?