WWE, Undertaker e Kane: storia di un’amicizia leggendaria
WWE, Undertaker e Kane: storia di un’amicizia leggendaria

WWE, Undertaker e Kane: storia di un’amicizia leggendaria

WWE, Brothers of Destruction”, la storia di The Undertaker e Kane, due icone del wrestling unite da una carriera che li ha resi inseparabili. E’ questo il quarto episodio della serie che celebra i 30 anni di carriera di “The Deadman” sul WWE Network: dopo il racconto del manager Paul Bearer della scorsa settimana, si passa a quello che è stato il miglior amico ma anche la nemesi di Mark Calaway all’interno delle storyline WWE.

Un’influenza reciproca che ha portato Mark Calaway e Glenn Jacobs a migliorarsi come Superstar e come uomini, dentro e fuori dal ring. I fenomenali Brothers of Destructions, raccontati dal dialogo fra Kane e Undertaker nel documentario, hanno dominato la scena vincendo i titoli di coppia in ben 3 occasioni diverse. Prima ancora della nascita di Kane, Jacobs debuttò nel wrestling lottando nel circuito indipendente, nella Smoky Mountain Wrestling, dove combatteva con il nome di Unabomb e in cui avvenne il suo primo match contro Undertaker, nel 1993. Calaway rimase subito colpito dal “rivale”, che approdò in WWE con la gimmick del dentista malvagio Isaac Yankem.

WWE, Undertaker e Kane: storia di un’amicizia leggendaria

Un personaggio che non sfondava: per questo, a Bad Blood 1997 apparve per la prima volta Kane, presentato come il fratellastro di The Undertaker. Ne nacque una faida infinita, che appassionò i fan di tutto il mondo. I due si scontrarono alla fine degli anni ’90, nel 2003-2004 (epico il match a WrestleMania 20) e anche al termine dello scorso decennio, quando Paul Bearer (come spesso capitava) tradì Taker schierandosi con Kane.

Un dialogo fra due amici di sempre, due wrestler appartenenti alla vecchia scuola che non sarebbero diventati così leggendari senza l’altro: non mancano i riferimenti ai flop, come il recente match di Crown Jewel contro la DX, pieno di errori sul quadrato. Ma se Undertaker è convinto che senza Kane sarebbe finito nell’indifferenza, Glenn Jacobs pensa che senza Mark Calaway la sua carriera e la sua storia non sarebbero mai iniziate.

Javier Mascherano, addio al calcio

Ufficiale, Javier Mascherano dà il suo addio al calcio

Follia Tevez, fallo killer a 3 secondi dal fischio d’inizio