WWE, Wrestlemania sarà “a porte chiuse” per il Coronavirus

L’emergenza globale legata ai contagi da Coronavirus colpisce anche il mondo del wrestling: la WWE ha infatti annunciato che la 36esima edizione di Wrestlemania non si disputerà più a Tampa Bay come in programma da mesi.

La federazione di Stamford ha rilasciato un comunicato ufficiale in cui spiega che l’evento più importante dell’anno non si terrà a Tampa per evitare assembramenti di persone, con la nuova sede che è quella del Performance Center.

In collaborazione con le autorità locali e il governo, è stato deciso che Wrestlemania e tutti gli eventi correlati a Tampa Bay non ci saranno. Ma Wrestlemania andrà comunque in onda il 4 aprile in pay per view e sul WWE Network. Sarà ammesso solamente il personale essenziale nella sede del Performance Center di Orlando.

Una scelta drastica ma quasi inevitabile per la WWE che doveva scegliere se annullare lo show più importante che ha oppure provare a trasmetterlo in condizioni di sicurezza come accadrà in queste settimane con gli show settimanali RAW, Smackdown e NXT.

Fifa 20

FIFA 20, Le Iene aprono un torneo online con tanti campioni del calcio

Juventus, Cristiano Ronaldo può restare fino al 2024: obiettivo Champions